Romania, autorizzato sterminio programmato di orsi e lupi: troppi danni

06 settembre 2017 ore 8:33, Micaela Del Monte
140 orsi e 97 lupi. Sono questi i numeri della strage che sta per compiersi in Romania dove gli animali verranno abbattuti a causa dei crescenti danni provocati da queste specie protette. Il governo romeno ha infatti stabilito di eliminare in modo programmato questi animali, scelta che un comitato scientifico ha detto non essere rischiosa per "la conservazione delle due specie".

Romania, autorizzato sterminio programmato di orsi e lupi: troppi danni
"Il numero di attacchi portati dagli orsi agli uomini, molti dei quali hanno dovuto essere ricoverati in ospedale, è aumentato negli ultimi tempi"
spiega il ministro Gratiela Gavrilescu. Nel 2016, il ministro dell’Ambiente pro tempore comunicò l’intenzione di autorizzare l’abbattimento di 552 orsi, 657 lupi e 482 linci ma successivamente dovette rinunciare al progetto per le proteste degli animalisti e dell’opinione pubblica. La Romania ha censito circa 6.000 esemplari di orso bruno, pari al 60% della popolazione di questa specie in Europa, e fra 2.500 e 3.000 esemplari di lupo.  L’ordine ministeriale è stato pubblicato oggi e prevede “l’abbattimento o l’allontanamento di orsi e lupi da attuare soltanto con l’accordo delle autorità per la protezione dell’ambiente” e che soltanto il personale autorizzato può procedere all’abbattimento per evitare “la corsa ai trofei”. 

Lo scorso giugno, le autorità erano dovute intervenire per tutelare l'incolumità dei turisti, che andavano in visita alla fortezza di Dracula a Poenari, e si imbattevano in un'orsa coi suoi tre cuccioli, mentre a luglio, due pastori dei Carpazi erano stati aggrediti da un orso che li aveva gravemente feriti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...