IL MEGLIO DI... Le dichiarazioni choc del deputato grillino: «Violenza? La colpa è del Palazzo» (IL VIDEO)

01 agosto 2013 ore 10:00, Domenico Naso
Piazza Montecitorio, ore 15. C’è un sole cocente, quasi estivo, ad accogliere i parlamentari che dovranno votare (o non votare) la fiducia al neonato governo Letta. Uno degli ultimi ad arrivare, in ritardo, è Paolo Bernini, Movimento 5 Stelle. Lo stesso che qualche settimana fa, ai microfoni di Ballarò, aveva lanciato l’allarme sui microchip che in America qualcuno inserirebbe sotto la cute dei cittadini, per controllarli. Sotto il sole che batte, i giornalisti e le troupe sono pigre e sonnacchiose. E quando arriva Bernini, ci avviciniamo solo noi di IntelligoTv e un’altra troupe di colleghi (Servizio Pubblico). È proprio il collega a incalzare l’onorevole pentastellato sui temi della fiducia, sul governo Letta, sul ruolo del Movimento. Fino a quando le domande si spostano sulla sparatoria di Palazzo Chigi di ieri mattina. Le risposte di Bernini non hanno bisogno di commenti ulteriori. È tutta una serie di puntini di sospensione, allusioni e frasi dette a mezza bocca. Parole irresponsabili, soprattutto in un momento così critico per la tenuta democratica del nostro Paese. Ecco il dialogo completo: Come commenta la sparatoria che c’è stata qui? «Sicuramente la violenza va sempre rinnegata, però...» Ci sono dei responsabili? «I responsabili... Avete visto, il cambiamento è arrivato. Sempre gli stessi uomini: Napolitano, Letta...» È colpa del capo dello Stato? «La politica non sa dar risposte e i cittadini...» Ma così parlate da extraparlamentari, lo sa? (Sorride, si volta e va verso l’ingresso della Camera dei Deputati)
autore / Domenico Naso
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]