Con i Foo Fighters “ci si vede a Cesena”. Vincono i fan

01 agosto 2015, Americo Mascarucci
Con i Foo Fighters “ci si vede a Cesena”. Vincono i fan
I Foo Fighters si esibiranno a Cesena come richiesto a gran voce il 26 luglio scorso da oltre mille fra musicisti e cantanti che si sono ritrovati nella città romagnola per lanciare un appello al gruppo, cantando tutti insieme “Learn to Fly”. 

L’iniziativa non è passata inosservata a Dave Grolh il leader del gruppo che sul profilo italiano dei Foo Fighters ha annunciato: “Ci vediamo presto a Cesena”. 

L’obiettivo quindi è stato raggiunto, l’iniziativa “Rockin 1000, Romagna calling the Foo Fighters” che ha messo insieme cantanti, musicisti e batteristi provenienti da tutta Italia ha prodotto i frutti sperati, convincendo il gruppo ad esibirsi in Romagna. 

Del resto il video della serata è stato pubblicato su Youtube ed è stato visionato da circa quattro milioni di persone. 

Come potevano i Foo Fighters non rispondere positivamente all’invito dei fan?

I Foo Fighters sono un gruppo musicale post-grunge statunitense fondato dal musicista Dave Grohl nel 1994. Il loro nome deriva dal termine foo fighter espressione usata per indicare, durante la seconda guerra mondiale quegli strani avvistamenti aerei riferiti da alcuni piloti alleati, simili a quelli che generalmente vengono chiamati ufo. I Foo Fighters nacquero originariamente come progetto solista di Dave Grohl quando era ancora membro dei Nirvana. Grohl iniziò a scrivere diverse canzoni, fra cui Marigold, pubblicata come lato B del singolo Heart-Shaped Box nel 1993, unico pezzo di tutto il repertorio dei Nirvana ad esser stata scritta e cantata da lui e non da Cobain. Dopo la morte di Cobain e al conseguente scioglimento dei Nirvana, Grohl iniziò a incidere alcuni di questi brani nello studio di Robert Lang a Seattle sotto la guida dell'amico produttore Barrett Jones. Ad eccezione di alcune parti di chitarra in X-Static, suonate da Greg Dulli degli Afghan Whigs, Grohl si occupò di tutti gli strumenti e delle parti vocali. Il demo piacque alla Capitol Records che sotto la guida del presidente Gary Gersh, già A&R dei Nirvana, decise di incidere il primo album dei Foo Fighters, dal titolo omonimo. 

Nonostante la pubblicazione dell'album, l'intento di Grohl non fu quello di rendere i Foo Fighters un progetto one-man band: pertanto si impegnò a cercare alcuni musicisti in grado di aiutarlo. Inizialmente la scelta sembrò ricadere su Krist Novoselic ex compagno nei Nirvana, ma entrambi erano preoccupati che in questo modo i Foo Fighters sarebbero stati visti come una pallida reincarnazione del loro gruppo precedente. Più tardi, Grohl venne a sapere che un gruppo di Seattle, i Sunny Day Real Estate, si stavano per separare; decise quindi di reclutare Nate Mendel e William Goldsmith rispettivamente al basso e alla batteria. 

La formazione venne completata dall'entrata nel gruppo del chitarrista Pat Smear già turnista dei Nirvana.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]