Riforma Rai, parla Fassina: "Tv pubblica di governo. E' Verdini la contraddizione radicale di Renzi..."

01 agosto 2015, Lucia Bigozzi
Riforma Rai, parla Fassina: 'Tv pubblica di governo. E' Verdini la contraddizione radicale di Renzi...'
Non lo dice, ma il senso è che Renzi si sta “verdinizzando”. La frase significativa arriva durante la conversazione con Intelligonews quando Stefano Fassina, ex deputato dem, afferma: “Renzi sta riposizionando il Pd e trova in Verdini un alleato naturale”. Riprende il concetto sul dossier Rai sottolineando che “il premier continua a seguire il programma del Pdl”, cioè del centrodestra. 

Diciannove senatori Pd votano contro il Pd e il governo e insieme a due verdiniani. Che effetto le fa?

«E’ stata una posizione assunta nel merito del provvedimento. Il ddl Rai ha difetti fondamentali, anzitutto per quanto riguarda la nomina da parte del governo dell’amministratore delegato. L’obiettivo era far uscire i partiti dalla gestione della Rai e, invece, siamo arrivati al risultato paradossale di mettere la tv pubblica completamente nelle mani dell’esecutivo, in una condizione assolutamente inedita»

Sì ma su piano politico vuol dire che Renzi ha i giorni contati seguendo la ‘maledizione’ del Senato sotto la quale cadde anche Prodi?

«Sul piano politico il voto segnala che il Pd è un partito plurale e che Renzi, come peraltro ha già fatto con il Jobs Act e con la riforma della Scuola, continua a seguire il programma del Pdl, ovvero del centrodestra, e inevitabilmente si scontra con la parte di Pd che intende continuare a portare avanti il programma per il quale è stato eletto»

Ma non vi imbarazza l’asse Verdini-Renzi? 

«Io sono faccio più parte del Pd…».

Ok, ma non mi sembra che la pensi tanto diversamente dal suo collega D’Attorre, dissidente dem che sta nel Pd.

«Beh, l’imbarazzo di molti esponenti ex colleghi, è l’indicatore che segnala lo spostamento del Pd di Renzi sempre più verso altre direzioni. Verdini è la conseguenza di questo spostamento e più che imbarazzo, crea una contraddizione radicale e profonda con il mandato su cui i parlamentari del Pd sono stati eletti. Non solo, ma lo spostamento che sta facendo Renzi è su questioni fondamentali, non certo secondarie».

Dica la verità: Renzi “ostaggio” politico dei ribelli Pd o di Verdini?

«Renzi va avanti, ha scelto di riposizionare il Pd e trova in Verdini un alleato naturale»


Seguici su Facebook e Twitter
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]