Frutta e verdura "al pesticidia": cosa mangiare contro l'infertilità

01 aprile 2015, intelligo
Frutta e verdura 'al pesticidia': cosa mangiare contro l'infertilità
Frutta, verdura e… pesticidi. Se ne parla da sempre ma adesso c’è una novità: c’è uno studio che ne attesta i danni sui consumatori. 

E’ l’esito dello studio condotto dagli esperti del Dipartimento di nutrizione ed epidemiologia della Harvard T. H Chan school of public health di Boston che hanno messo sotto osservazioni un 155 uomini tra i 18 e i 55 anni, con difficoltà di fertilità. 

Lo studio, pubblicato sulla rivista Human Reproduction, mette in evidenza che il danno provocato a livello fisico è collegato a come si consumano frutta e verdure, alla loro tipologia e alla quantità dci pesticidi che contiene. Dal raffronto tra la quantità, il tipo di ortaggi e frutta e il livello di pesticidi contenuti e le analisi degli spermatozoi, emerge che coloro che assumevano più di una porzione al giorno di frutta e verdura con un tasso di pesticidi, avevano il 49 per cento di spermatozoi in meno, rispetto a coloro che ne assumevano meno di mezza porzione al giorno scegliendo ortaggi e frutti con bassi livelli di sostanze chimiche. 

CIBI SICURI. Secondo gli studiosi americani, piselli fagioli, pompelmo e cipolla, risultano i prodotti a più basso tasso di pesticidi, contrariamente a quelli contenuti in spinaci, mele, pere e fragole. La regola aurea per evitare effetti sulla salute è sempre la stessa: lavare bene ortaggi e frutti prima del consumo e, aggiungono gli studiosi americani, scegliere i prodotti da coltivazioni che hanno messo al bando l’uso di sostanze chimiche.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]