Fisco, Vaticano-Italia firmano Convenzione "sorprendente" per l'Arcivescovo Gallagher

01 aprile 2015, intelligo
L'ACCORDO: "Con la firma della Convenzione in materia fiscale Santa Sede e Italia sono ancora più vicine". per l'arcivescovo Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati, firmatario dell'accordo con il ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan provvisto dei pieni poteri, che ha parlato così all'Osservatore Romano. La notizia è che questa mattina presso la Segreteria di Stato è stata sottoscritta la Convenzione tra la Santa Sede e il Governo della Repubblica Italiana in materia fiscale. 

"Al legame storico - ha scritto il 'ministro degli esteri' vaticano - si aggiungono sempre più stabili vincoli istituzionali e giuridici che, dopo la quiescenza negli anni successivi al 1870, hanno conosciuto dai Patti Lateranensi in poi una crescita costante con reciproci benefici". 

E l'accordo ha del "sorprendente" per Richard Gallagher "alla luce di quelle che sono le Parti contraenti, posto che né la Santa Sede né lo Stato della Città del Vaticano hanno una legislazione fiscale in senso stretto o un sistema tributario che possa giustificare i contenuti tradizionali delle convenzioni fiscali stipulate tra gli Stati".

CHI HA FIRMATO: Per la Santa Sede, monsignor Peter B. Wells, assessore per gli Affari Generali, monsignor Lucio Bonora, officiale della Sezione per gli Affari Generali, monsignor Carlo Alberto Capella, Consigliere di Nunziatura in servizio presso la Sezione per i Rapporti con gli Stati, don Piero Gallo, officiale della Sezione per i Rapporti con gli Stati, don Carlos Fernando Diaz Paniagua, officiale della Sezione per i Rapporti con gli Stati, monsignor Luciano Alimandi, officiale della Sezione per i Rapporti con gli Stati e monsignor Walter Erbi', consigliere di Nunziatura presso la Nunziatura Apostolica in Italia; 

Per la Repubblica Italiana, l'ambasciatore d'Italia presso la Santa Sede, Daniele Mancini, il consigliere Roberto Garofoli, capo di gabinetto di Padoan, la professoressa Fabrizia Lapecorella, capo dipartimento delle Finanze, il ministro plenipotenziario Michele Quaroni, consigliere diplomatico del ministro Padoan, il consigliere Francesca Quadri, capo dell'Ufficio legislativo-finanze, il dottor Marco Iuvinale, direttore Relazioni Internazionali presso il Dipartimento delle Finanze e il primo segretario dell'Ambasciata d'Italia, Raffaella Campanati
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]