La senatrice a vita Cattaneo sale in cattedra contro gli ignoranti in Parlamento

01 aprile 2015, intelligo
Daniele Minerva de l'Espresso ha intervistato Elena Cattaneo, senatrice a vita, di origini bergamasche, scienziata d'alto livello talmente alto, che ha spiegato chiaramente che nelle Aule del Senato e della Camera siedono troppi ignoranti
La senatrice a vita Cattaneo sale in cattedra contro gli ignoranti in Parlamento

E' stata la rivista "Nature" a salutare con un “Brava Elena”, attribuendole, giustamente, la vittoria nell'affaire Stamina. 

La scienziata dell'Università di Milano, nominata da Giorgio Napolitano senatore a vita. 
Lei, che ha conquistato diversi riconoscimenti internazionali, se la prende con la percezione della scienza in Italia dove accade che venga vissuta inaccessibile e  lontana dai cittadini. 
Colpa degli scienziati, non lo nega,  dei media che non trasmettono abbastanza e bene i risultati ma anche i fallimenti legato alle conquiste scientifiche perché la ricerca del clamore vince sulla verità tecnica.

E' importante invece dare voce al processo che ha prodotto un certo risultato. 

Insomma, dice, non è “un coniglio che esce dal cilindro”. 

Invece, per la Cattaneo, ci sono Paesi in cui i cittadini sanno cosa è la scienza e quei Paesi ne traggono grandi vantaggi.

Gli italiani sarebbero, se informati bene, sempre meno ignoranti scientificamente. Ma non i parlamentari.

La categoria del politico in astratto rispetto al cittadino è una pericolosa semplificazione. Sull'"antiscientificità dei politici", dice la Cattaneo "da quando frequento le aule parlamentari, posso però testimoniare come la situazione sia molto eterogenea". 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]