Venti di guerra a colpi di un nuovo missile, Corea del Nord oltre le provocazioni

01 aprile 2016 ore 10:15, Americo Mascarucci
Venerdì la Corea del Nord ha lanciato un nuovo missile nel suo Mar Orientale, stando a quanto dichiarato da un funzionario sudcoreano all'agenzia di stampa Yonhap. 
A quanto pare non è stato sufficiente il monito recentemente lanciato da Pechino, storico alleato del regime nord coreano a smetterla con le provocazioni e con le minacce di utilizzo della bomba atomica. Il Governo continua con le prove di forza, quasi come gesto di sfida contro tutti, compresa quella stessa Cina che fino ad oggi ha protetto la Corea del Nord ma che adesso si è resa conto di dover "calmare" i bollenti spiriti dell'alleato dando un sostanziale via libera alle sanzioni richieste dagli Usa.
L'ultimo missile è stato lanciato mentre è in corso il summit sulla sicurezza nucleare a Washington, che sta discutendo anche delle provocazioni di Pyongyang.
Venti di guerra a colpi di un nuovo missile, Corea del Nord oltre le provocazioni
Un report di Yonhap afferma che il lancio di venerdì rappresenta l'ultima dimostrazione della volontà provocatoria del regime mentre aumentano le pressioni affinché la Corea del Nord rinunci alle sue ambizioni nucleari. Il report ha anche citato un funzionario militare sudcoreano che ha detto che il missile era stato lanciato da un'area nel nord-est del paese, verso le 13:00 ora locale, e si ritiene sia stato un missile balistico. La traiettoria del missile è sotto analisi da parte dell'esercito della Corea del Sud.
La Corea del Nord contiua a ribadire che il lancio dei missili non ha nulla a che vedere con il programma nucleare e che si tratta esclusivamente di test scientifici senza alcuna finalità aggressiva. Ma nessuno ci crede e appare sempre più evidente come l'ultimo regime comunista del mondo stia in realtà tastando l'efficacia di missili a lunga gittata.  ha condotto il suo quarto test nucleare a gennaio e ha lanciato diversi missili di test da allora. 

A febbraio il paese ha effettuato il lancio di un razzo, affermando che avesse scopi scientifici. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha quindi deciso di inasprire le sanzioni contro la Corea del Nord. 
"Riteniamo che la Corea del Nord continuerà ad interferire con i segnali GPS per un po' di tempo nel tentativo di alzare le tensioni nella penisola - ha detto un portavoce del ministero della Difesa della Corea del Sud - Non sono stati riportati problemi nell'esercito o limitazioni alle nostre capacità militari. Tuttavia se le interferenze nei sistemi GPS da parte della Corea del Nord dovessero provocare danni reali ad aeroplani e navi, faremo in modo che la Corea del Nord ne paghi le conseguenze".
Venti di guerra all'orizzonte?
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]