La Croazia dice no ai matrimoni gay. Per Luxuria è omofobia... ma non era democrazia?

01 dicembre 2013 ore 23:04, Marta Moriconi
  Ecco il tweet con cui Luxuria, ex parlamentare e volto noto della Tv, ha giudicato 'omofobo' il risultato del referendum croato sulle nozze gay: 'no grazie', infatti, è quello che ha votato la stragrande maggioranza (si parla di un 65% contro) dei croati recatasi alle urne. In Croazia il matrimonio si continuerà a contrarre tra un uomo e una donna, dunque. E se per qualcuno questa si chiama democrazia, per altri ha il dis-sapore di un odio nei confronti dell'omosessualità. La realtà è un'altra: a parte sottolineare una bassissima affluenza, non ci si può che inchinare alla volontà popolare. O no? IntelligoNews indagherà...  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]