Stop allo shopping natalizio e alle offerte migliori del Cyber Monday

01 dicembre 2015 ore 10:44, Luca Lippi
Stop allo shopping natalizio e alle offerte migliori del Cyber Monday
Black Friday e Cyber Monday, due neologismi cui dobbiamo fare riferimento perché ormai rappresentano la nuova (neanche troppo) frontiera dello shopping natalizio, o piuttosto la nuova frontiera per svuotare le scorte di magazzino e creare lavoro soprattutto in periodi in cui lo shopping diventa un lusso non per tutti e le persone si allontanano dai negozi e dai centri commerciali frustrati dall’impossibilità di togliersi qualche meritato sfizio. Il Black Friday, ossia venerdì nero, nasce negli Stati Uniti ed solitamente  il giorno successivo al Thanksgiving Day, il Giorno del ringraziamento. Tradizionalmente il Black Friday dà inizio alla stagione dello shopping natalizio. Si tratta di un giorno, per quanto non festivo, particolarmente importante sotto l'aspetto commerciale, poiché costituisce un valido indicatore sia sulla predisposizione agli acquisti, sia indirettamente sulla capacità di spesa dei consumatori statunitensi tanto da essere attentamente osservato e atteso dagli analisti finanziari e dagli ambienti borsistici statunitensi ed internazionali. Il Cyber Monday invece, è il lunedì cibernetico, è il primo lunedì successivo al Black Friday e negli Stati Uniti d'America viene dedicato agli sconti sui negozi online. Questa giornata di sconti è tipicamente pensata per quei consumatori che non hanno potuto utilizzare il Black Friday per usufruire delle promozioni che solitamente vengono offerte.

Dunque la combinazione tra Black Friday e Cyber Monday è una combinazione commerciale con fini puramente promozionali e indicativi riguardo la predisposizione agli acquisti, tipicamente statunitense ma ormai sbarcata anche nel vecchio continente che dagli Usa eredita diverse consuetudini. Sia negli Usa che in Europa quest’anno è stata una combinazione in apparenza particolarmente positiva per i commercianti sia sulla rete retail (negozi e centri commerciali) sia sui siti specializzati in shopping on-line. Particolarmente positiva è stata soprattutto Cyber Monday, un evento emerso dopo il Black Friday (nasce negli Stati Uniti nel 2005) e neonato in Europa dove particolarmente è diventato l’evento per raccogliere tutti gli effetti positivi innescati dal Black Friday. Il meccanismo è semplice: il venerdì c’è la corsa agli acquisti, quindi predisposizione a spendere, e poi a seguire la fine settimana si raccoglie la scia, qundi l’evento principale è il Black Friday mentre il Cyber Monday è un modo per non perdere lo slancio.

Il bilancio della combinazione di Black Friday e Cyber Monday è stato uniforme sia nei negozi retail (vie e centri commerciali) sia sul web presso i grandi siti. Amazon, in particolare ha raccolto il maggior numero di favori registrando un vero e proprio boom di accessi sia il venerdì che nel week end lungo. Stesso ragionamento vale per tanti altri siti. Da un punto di vista geografico, i primi dati sembrano lasciar intendere che oramai anche i Italia le tradizionali paure per la vendita online non valgono nei giorni di forti sconti, ma si sa una volta rotto il ghiaccio... A spingere tanti italiani ad accaparrarsi il loro bene preferito durante il Black Friday e il Cyber  Monday è stata una opportuna e mirata campagna pubblicitaria soprattutto promossa dalle grandi catene di distribuzione. In Italia particolarmente attivi e convenienti sono stati Amazon appunto, Ebay con offerte fino al 50% di sconto, MediaWorld ed Unieuro (sconti on line rispettivamente fino al 30 e 22%). Nello specifico per il settore abbigliamento è stato il capo fila Zalando (50% di sconto su cappotti e giacche), c’è poi Luisaviaroma (30% di sconto su acquisti minimi di 300 euro) e Sarazena che ha offerto uno sconto del 20% su tutte le scarpe. I settori sono ipiù disparati, fra i maggiori attivi oltre i più noti siti di e-commerce c’è stato “Casa delle lampadine” che ha assicurato uno sconto minimo del 30% sul marchio Kadeled, fino ad arrivare a Home24 (tavoli sedie e mobili). Partita ufficialmente la corsa allo shopping natalizio e soprattutto alla promozione dello shopping on-line,  fare comunque attenzione soprattutto all’uso di strumenti di pagamento elettronici, specie in Europa siamo ancora un pò indietro dal punto di vista della sicurezza informatica. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]