Contro dermatomiosite mangia-muscoli un “Gaslini” d'eccellenza: la nuova cura

01 dicembre 2015 ore 10:53, intelligo
Contro dermatomiosite mangia-muscoli un “Gaslini” d'eccellenza: la nuova cura
Che cos’è la dermatomiosite giovanile? Si tratta di una malattia reumatologica rara. Adesso c’è una nuova terapia per contrastarla messa a punto dall’equipe di ricercatori dell’ospedale “Gaslini” di Genova. La novità sta anche nello screening dello studio, perché si è trattato di una ricerca internazionale condotta su un campione di 140 pazienti e, la cosa bella, è che ha coinvolto più di centro strutture e istituti reumatologici in trenta paesi. 

Gli esiti della ricerca sono particolarmente significativi: gli studiosi, infatti, sono riusciti dopo alcuni anni di lavoro ad arrivare alla conclusione che la terapia basata sul giusto mix tra metotressato e cortisone è ad oggi quella che ha dato i maggiori risultati in termini di efficacia ma anche sul versante della sicurezza dei pazienti affetti dalla malattia rara che, in particolare colpisce i giovani. Ma in che modo? La dermatomiosite giovanile aggredisce i muscoli e la cute; il punto è che ad oggi non è ancora chiara l’origine della malattia. Ci sono tesi che ipotizzano una causa di natura autoimmune. 

Al “Gaslini”, non nascondono soddisfazione per uno studio che ha richiesto alcuni anni di approfondimento e confronto nell’ambito della comunità internazionale coinvolta nella ricerca, ma che alla fine ha dato esiti assolutamente innovativi. Il carattere e il risultato dello studio li evidenzia Alberto Martini, direttore del Dipartimento di Pediatria dell’ospedale genovese, quando spiega che “finora esistevano varie terapie per curare la malattia, ma pochissimi studi controllati. Il nostro è stato il primo studio di questa natura che ha permesso di studiare l’efficacia dei diversi trattamenti su 140 bambini, di tutto il mondo: sei i casi italiani”. Non solo, la ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Lancet, rappresenterà il trattamento di riferimento a livello internazionale per la terapia contro la dermatomiosite giovanile. Il che pone l’ospedale “Gaslini” tra i Centri di eccellenza per la ricerca e la terapia anche di patologie rare, come questa. 

Un ruolo importante per la riuscita della ricerca lo ha avuto “la rete Printo, nata venti anni fa da medici del Gaslini e che oggi coinvolge oltre trenta paesi” aggiunge Nicolino Ruperto, senior scientist di Printo. Infine, il direttore generale dell'istituto pediatrico, Paolo Petralia evidenzia come “lo studio conferma l'alta qualità clinica e scientifica del Gaslini, e l'eccellenza del nostro gruppo di ricerca”. Dei risultati e dell’efficacia della ricerca (ma pure delle caratteristiche innovative” si parlerà il 4 e 5 dicembre a Genova. Le date sono le coordinate di un simposio che richiamerà nella città della Lanterna i maggiori esperti mondiali in reumatologia pediatrica che si riuniranno al Cisef Gaslini. Il meeting servirà a definire la nuova classificazione dell'artrite idiopatica giovanile, grazie anche al passo in avanti reso possibile dai ricercatori dell’ospedale genovese. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]