Arrestati 4 kosovari jihadisti. In chat le minacce al Papa: sarà l'ultimo (VIDEO)

01 dicembre 2015 ore 11:12, Americo Mascarucci
Arrestati 4 kosovari jihadisti. In chat le minacce al Papa: sarà l'ultimo (VIDEO)
Un’operazione anti-terrorismo a Brescia ha portato all’arresto di quattro kosovari che minacciavano il Papa, l’ambasciatore Usa in Kosovo ed esaltavano gli attentati di Parigi via web. L’arresto è stato compiuto in collaborazione con la polizia kosovara. 
Si tratta di profili di rischio in relazione a derive terroristiche di matrice islamica con particolare riferimento a condotte di propaganda, reclutamento, finanziamento del sedicente stato islamico. I reati contestati sono apologia del terrorismo e istigazione all'odio razziale.
  
 "Nelle dimore perquisite in Kosovo nell'ambito dell'operazione compiuta contestualmente sul territorio italiano e kosovaro – spiega il Questore di Brescia Carmine Esposito - sono state rinvenute armi. Quella compiutasi nella notte è un'operazione condotta in seguito ad un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Brescia, dalla Digos e in stretto raccordo con la Procura Speciale internazionale del Kosovo e la Direzione nazionale antiterrorismo del Kosovo”. 
Gli agenti della Digos di Brescia e della Direzione centrale della Polizia di prevenzione della Ps hanno così smantellato la compagine terroristica che, anche attraverso l'uso dei social network, propagandava l'ideologia jihadista. I riscontri investigativi hanno evidenziato la presenza di "pericolosi indicatori di fanatismo religioso estremistico a carico dei componenti del gruppo criminale, i quali sul web si mostravano con armi e atteggiamenti caratterizzanti i combattenti del sedicente Stato Islamico".
In particolare, a carico di uno dei fermati e' stata disposta, per la prima volta, la misura di sorveglianza speciale per terrorismo, su richiesta avanzata direttamente dal procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo. 

Come detto nelle nelle chat degli indagati c'erano anche minacce nei confronti del Papa. Si passava dagli annunci di"visite da parte dei terroristi dello Stato Islamico in Vaticano" a frasi come "questo sarà l'ultimo Papa".
La notizia degli arresti ha fatto esultare il Ministro degli Interni Angelino Alfano che ha commentato: "Un’altra importante operazione dell’antiterrorismo della Polizia ha sradicato una cellula jihadista che operava tra l’Italia e i Balcani e che usava principalmente la rete per diffondere messaggi di violenza attraverso l’apologia del terrorismo e l’istigazione all’odio razziale. Per la prima volta è stata inoltre applicata la misura della sorveglianza speciale, prevista dal pacchetto antiterrorismo che ho fortemente voluto, nei confronti dei presunti responsabili di questa cellula. E’ la conferma che il nostro sistema di prevenzione e di sicurezza sta funzionando".
Una buona notizia certo, ma anche la conferma di come nel nostro Paese non siano pochi i fanatici pronti a colpire.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]