Giallo di Chiaia: la morte sospetta di Materazzo senior, gli indizi e la riesumazione

01 dicembre 2016 ore 13:15, Adriano Scianca
Chi ha ucciso Vittorio Materazzo, il noto ingegnere napoletano di 51 anni accoltellato lunedì sera sotto casa, a Mergellina? L'identità dell'assassino è ancora sconosciuta, si sa solo che è stato visto allontanarsi a piedi con addosso un casco integrale. Gli inquirenti seguirebbero tuttavia la pista di alcune presunte tensioni familiari. Circa un anno fa, infatti, l'uomo aveva presentato in Procura una denuncia contro ignoti ipotizzando che l’anziano padre non fosse morto per cause naturali e chiedendo la riesumazione della salma. 

Giallo di Chiaia: la morte sospetta di Materazzo senior, gli indizi e la riesumazione

Per quanto la denuncia fosse vaga, le forze dell'ordine aveva  interrogato i familiari e il personale del 118 che ne aveva diagnosticato il decesso per cause naturali. Il fascicolo fu archiviato per mancanza di elementi consistenti e la richiesta di riesumazione fu respinta. Che ci sia questa storia alla base dell'omicidio? Materazzo non aveva accusato nessuno di specifico, ma è evidente che si era mosso avendo in testa qualche sospetto. 

Si indaga, comunque, anche nell'ambito di possibili contrasti professionali, mentre si tende a scartare l'ipotesi della rapina, dato che la vittima aveva ancora con sé orologio e portafogli. Materazzo è stato raggiunto e colpito più volte dopo aver parcheggiato l’auto nel garage sotto casa. Gli investigatori stanno visionando le immagini delle videocamere presenti in zona per elementi utili alle indagini. L'uomo era sposato e aveva due figli di 9 e 12 anni. Gli inquirenti stanno ascoltando i suoi familiari.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]