Super Mario Draghi, modello Bce salva Eurozona dopo 7 anni: "Robusta grazie a noi"

01 dicembre 2016 ore 11:06, intelligo
di Stefano Ursi

Parla a ''El Pais'' Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea e a domanda sugli effetti possibili del referendum in Italia dice di non poter commentare eventi politici che non sono ancora accaduti. "Quel che sappiamo è che abbiamo un obiettivo, la stabilità dei prezzi e abbiamo strumenti per realizzarla. Come possiamo contribuire alla fiducia e alla stabilità? Soddisfacendo il nostro mandato”. Un'intervista, quella a Draghi, che arriva in un momento nel quale l'Europa vive tensioni e spinte di vario genere, vede richieste di mantenimento dell'austerity da una parte e di allentamento delle politiche economiche dall'altra. La ripresa c'è? E come procede? Così il presidente della Bce: “La ripresa, seppure modesta, è robusta. Stiamo crescendo e l'inflazione migliora. Il Pil europeo è tornato ai livelli pre-crisi, anche se ci sono voluti sette anni e mezzo.”

Super Mario Draghi, modello Bce salva Eurozona dopo 7 anni: 'Robusta grazie a noi'
Il presidente della Bce, Mario Draghi
Mario Draghi si sofferma poi sulla questione del lavoro: “E' necessario allentare le barriere normative che inibiscono le aziende piccole dall'assumere. Vi sono segnali che le imprese – spiega – decidono di non crescere piuttosto che varcare la soglia minima nel numero dei dipendenti”. Una parola poi sull'andamento dei tassi di interesse: “Tassi bassi – spiega – sono fondamentali per una piena ripresa dell'economia dell'Eurozona”. Questi poi, spiega il presidente della Bce “pur pesando sui margini dei tassi di interesse di alcune banche, hanno anche effetti positivi sulla redditività delle stesse e sostengono la ripresa”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]