Donne dell'Arabia Saudita guidate, lo dice il tweet del principe

01 dicembre 2016 ore 23:07, intelligo
di Stefano Ursi

Non è la prima volta che si parla della tematica delle donne alla guida in Arabia Saudita, ma stavolta i media internazionali vedono il tweet del principe saudita Al-Walid bin Talal come una possibile rivoluzione. Il principe ha twittato questa frase, che ha fatto subito scatenare commenti e ipotesi: “Stop alla discussione, è il momento che le donne possano guidare”. Pur non ricoprendo alcun incarico di governo, le parole di Al-Walid bin Talal lasciano intravedere uno spiraglio nella difficile condizione delle donne in Arabia Saudita, che vedono la propria vita spesso legata a parecchi divieti, come quello in questo caso di guidare l'auto. E come detto non è la prima volta che la tematica viene affrontata, visto che già nel 2014 si era parlato del cosiddetto “Women2Drive”, appello a tutte le donne del Paese a mettersi alla guida che aveva fatto parlare il mondo relativamente alla loro condizione, riaccendendo i fari sul fatto che occorresse spingere per migliorarla.

Donne dell'Arabia Saudita guidate, lo dice il tweet del principe
Come nel caso della concessione del diritto di voto alle donne, datata 2013 e vista come una prima apertura verso l'universo femminile. Nel caso delle parole di Al-Walid bin Talal, spiegano i media internazionali, si tratterebbe di un'osservazione legata anche a fattori di carattere economico, laddove l'indipendenza di muoversi con l'auto per le donne saudite andrebbe a toccare direttamente una riduzione di assenze dal lavoro per chi debba fare da accompagnatore, compromettendo il principio della produttività. Sia come sia il dibattito ora è monopolizzato dalle parole del principe, che al momento ancora non vedono alcuna risposta da parte della famiglia reale saudita o di qualche personaggio politico di alto livello.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]