Giorgia Meloni e quegli odiosi insulti a una donna che aspetta un bambino

01 febbraio 2016 ore 14:28, intelligo
Giorgia Meloni e quegli odiosi insulti a una donna che aspetta un bambino. Si può scherzare su tutto, meno che sulle future nascite. Colpire una futura mamma e non le sue idee politiche è un po' fastidioso anche per chi non la pensa come lei, e non fa proprio onore a chi ha deciso di farlo. Di solito il dibattito tra chi è contro e per le unioni civili è appunto civile, almeno così dovrebbe essere mantenuto se ci si ritiene tutti tali. 
Ma per colpa dell'annuncio della leader di Fratelli d'Italia di essere incinta dato proprio al Family Day del 30 gennaio scorso, ecco fiorire un numero consistente di prese in giro, satira anche intelligente, insieme però a qualche offesa gratuita. C'è un limite a tutto, forse proprio la nascita di un figlio dovrebbe ricordacelo.

Scriveva Giorgia Meloni: "Sono qui al Family Day in veste di esponente politico e di donna e, se Dio vorrà, la prossima volta starò qui anche in veste di madre visto che ho appreso da poco di aspettare un bambino. Questo è un giorno di festa, una manifestazione piena di gente, che scende in piazza non contro qualcuno, ma per qualcuno. Quei bambini che non possono difendersi da soli e che lo Stato ha, per questo motivo, il dovere di difendere prima di tutto il resto". Apriti cielo. Giù una marea di interventi anche pesanti. 
A buttarla in satira l'ultima in ordine di tempo è stata Vladimir Luxuria che le ha voluto fare i suoi auguri cinguettando: “Auguri e figli trans!”. Almeno fa ridere. Agli altri tweet meglio non dare spazio.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]