Capelli, col casco anti-caduta addio effetto chemioterapia

01 giugno 2015, Micaela Del Monte
Capelli, col casco anti-caduta addio effetto chemioterapia
Un casco per evitare la caduta dei capelli a seguito della chemioterapia, è questo il dispositivo realizzato dall'Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano.

Il "caschetto" permetterebbe di congelare i bulbi piliferi del cuoio capelluto proteggendoli dai danni dei farmaci durante e dopo l'infusione della chemio. I risultati dei test sarebbero molto incoraggianti: sperimentato su trenta donne il casco ha ottenuto il successo nell'85% dei casi

Una novità che nasce da alcune sperimentazioni portate avanti già a partire dagli anni '60, ma che non avevano mai avuto grandi risvolti. 

Come ha spiegato Paolo Veronesi, direttore della senologia chirurgica: "Il freddo diminuisce la perfusione del sangue e il metabolismo frenando localmente l'attività distruttiva dei chemioterapici. In alcune pazienti la capigliatura è rimasta addirittura intatta. 

Va però chiarito, ha precisato l'esperto, "che non tutti pazienti hanno le indicazioni al trattamento con il caschetto, perché il successo è legato alla tipologia di chemioterapia seguita, alla dose, al tempo di infusione e, come per tutte le cure, alla caratteristiche individuali della persona. Dopo il primo gruppo pilota, continueremo a studiare questo strumento per perfezionarne ed estenderne al massimo l'utilizzo".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]