Facebook Messenger imita WhatsApp: arriva l'end-to-end?

01 giugno 2016 ore 22:00, Micaela Del Monte
Questa volta è Facebook ad affidarsi allo stile di Whatsapp, il social blu di Mark Zuckerberg ha infatti deciso di adottare per la sua applicazione Messenger lo stesso tipo di crittografia che la sua chat utilizza già da mesi. A riportarlo è il quotidiano britannico The Guardian, secondo cui la maggiore sicurezza potrebbe andare a scapito di alcune funzioni basate sull'intelligenza artificiale. 

Facebook Messenger imita WhatsApp: arriva l'end-to-end?
L’obiettivo del social network sarebbe quello di offrire un’app ancora più sicura e completa in linea con gli sforzi che sta compiendo già adesso che vedono Messenger essere oggi ben più che una semplice applicazione per la messaggistica. Tuttavia la scelta di rendere solo opzionale l’eventuale sistema di crittografia si spiega con la necessità di Facebook di accedere ai dati degli utenti. Crittografando le comunicazioni, il social network non potrebbe più analizzare le conversazioni per migliorare i suoi strumenti basati sull’apprendimento automatico. Con la crittografia "end-to-end" gli scambi di messaggi blindati partono dal dispositivo dal mittente fino a quello del destinatario e viceversa. Nessun dato viene trasmesso in chiaro e nessuna informazione è disponibile per la lettura. In pratica è un sistema sicuro dal punto di vista della privacy.

La novità potrebbe arrivare su Facebook Messenger entro la fine dell'estate 2016 e solo per gli utenti che vorranno attivarla.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]