Per Yelp Google ha "manipolato" i filtri delle ricerche

01 luglio 2015, Micaela Del Monte
Per Yelp Google ha 'manipolato' i filtri delle ricerche
Nuovo attacco a Google, che si trova nuovamente a doversi difendere a causa del suo indice di ricerca.

Ad attaccare il famoso motore di ricerca questa volta è Yelp che, grazie ad uno studio condotto da Tim Wu della Columbia Law School e da Michael Luca della Harward Business School insieme a un team di Yelp, ha rivelato che Google manipolerebbe i risultati delle ricerche online dando più visibilità ai suoi prodotti a scapito dei concorrenti e anche degli utenti, che ottengono "risultati di qualità inferiore".

Lo studio di Yelp ha preso in esame le opinioni di 2690 utenti, ai quali sono stati presentati due diversi ordini di risultati relativi a business locali. Una delle liste era quella tipicamente presentata da Google, che pone in grande evidenza i contenuti prodotti dal motore di ricerca stesso; l’altra, invece, presenta dati filtrati tali da renderli (secondo la definizione di Yelp) più “meritocratici”, in quanto mettono in risalto anche gli elementi elaborati da altri servizi. Il tutto si risolve in un aumento pari al 45% di possibilità per l’utente di scegliere proposte differenti da quelle proveniente dall’azienda di Mountain View, cosa che dimostrerebbe, secondo Yelp, una certa malafede da parte della creazione di Brin e Page nei confronti non solo dei concorrenti, ma anche dei fruitori.

Google ovviamente non ha perso tempo e ha risposto a Yelp, che comunque seguono tante altre accuse (come ad esempio quella dell'Antitrust americana del 2012). Big G ritiene infatti che i ricercatori si siano basati su una “metodologia viziata” che ha tenuto conto di un numero di risultati poco rilevante. “Negli ultimi 5 anni – si legge in una nota di un portavoce di Google riportata dal New York Times – Yelp ha sottoposto queste discussioni alle autorità di regolamentazione e ha chiesto un suo migliore piazzamento tra i risultati delle ricerche. Quest’ultimo studio si basa su una metodologia viziata che si concentra sui risultati per appena una manciata di ricerche”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]