Roma, ecco il piano antiterrorismo: le mappe di Colosseo e Vaticano

01 luglio 2015, Andrea De Angelis
Roma, ecco il piano antiterrorismo: le mappe di Colosseo e Vaticano
Nel caso in cui Roma dovesse subire un attacco terroristico, la città sarebbe pronta a rispondere con un piano preciso che riguarda decine di punti nevralgici della città.

Tra questi, ovviamente, anche il Vaticano considerando che mancano ormai meno di sei mesi all'inizio del Giubileo straordinario indetto da papa Francesco. 

Sono decine le scuole, i monumenti e le stazioni al centro del suddetto piano, così come i luoghi istituzionali e le ambasciate, senza dimenticare naturalmente le zone commerciali (compresi i centri) e turistiche.

Secondo quanto apprende l'Ansa in un documento, il Viminale e le Forze dell'Ordine hanno elaborato dopo mesi di lavoro l'ordine ben preciso con il quale intervenire in ogni specifico luogo. Le modalità dunque sono nero su bianco, così da rendere più tempestivo ed efficace l'intervento.  

Roma, ecco il piano antiterrorismo: le mappe di Colosseo e Vaticano
Nell’ipotesi dello scoppio di un ordigno, i primi a raggiungere l'epicentro dell'attacco sono i nuclei Nbcr (Nucleare Biologico Chimico Radiologico) dei vigili del fuoco. I reparti antiterrorismo cinturano la zona e le ambulanze restano nella zona tiepida per far partire i mezzi nel minor tempo possibile. 

Venendo al Colosseo, ai Fori Imperiali vengono sistemate una sala operativa mobile e un’area sanitaria per soccorrere eventuali feriti. Al Circo Massimo atterra l’eliambulanza. Da via dei Fori Imperiali a via San Giovanni in Laterano, l'arco di Costantino e dall’altra parte il parco di Colle Oppio, delimitano la zona calda e quella tiepida. I mezzi di soccorso, ammassati in uno specifico punto, sono pronti a trasportare eventuali feriti al più vicino Ospedale San Giovanni e, a seguire, nelle altre strutture.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]