Niente foto al concerto: Apple oscura le fotocamere

01 luglio 2016 ore 10:25, Adriano Scianca
Le riprese coi telefonini ai concerti, si sa, spesso infastidiscono gli artisti. Qualcuno la butta sull'aspetto della sensibilità artistica, ma lo scopo principale della polemica è ovvio: evitare che filmati e foto degli artisti girino liberamente in rete, lasciando spazio solo a ciò che è ufficiale, controllato e ben remunerato. Apple, tuttavia, potrebbe presto venire in soccorso agli artisti “piratati”: la casa di Cupertino ha infatti brevettato già nel 2011 una tecnologia che inibisce l’uso delle fotocamere dei suoi telefoni in luoghi in cui ne sia vietato l’utilizzo. Ebbene, sembra che qualche giorno fa la Apple abbia ricevuto la licenza per la commercializzazione del nuovo software, che consiste in un piccolo sensore a raggi infrarossi piazzato nelle vicinanze del palco in grado di bloccare le riprese da parte degli spettatori. 

Niente foto al concerto: Apple oscura le fotocamere
Siete in prima fila al concerto degli U2 e volete una bella ripresa amatoriale di Bono Vox che fa il suo sermone ambientalista? Niente da fare, all’accensione della fotocamera sullo schermo del telefonino apparirà un avviso di blocco della funzione fino al termine dello show. Un meccanismo autoritario? Forse sì, anche se i moderni smartphone hanno ormai sistemi di ripresa in Hd che garantiscono la realizzazione di video in altissima qualità, che rischiano di finire in rete al di fuori di qualsiasi controllo sul copyright. 

In difesa dei fan videoamatori si schiera però il presidente di Assomusica, Vincenzo Spera: “Il piacere di ascoltare la musica resta un valore assoluto che non deve essere guidato dal commercio, e dietro queste misure io credo ci sia anche la volontà di favorire la commercializzazione di video e foto ufficiali con l’artista. Non va dimenticato che chi va ad un concerto lo fa per vivere un’esperienza indimenticabile, che solo un video o un selfie ai suoi occhi può certificare. Come faccio a dire ad un ragazzo che il suo cellulare deve essere bloccato dopo che ha fatto un viaggio di 300 chilometri per potersi fare una foto sotto al palco di Vasco in uno stadio pieno? Gli aspetti commerciali non devono sopraffare quelli emotivi, che sono importanti allo stesso modo”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]