Portogallo in semifinale: la rivincita di Quaresma, cocco "flop" di Mourinho

01 luglio 2016 ore 9:09, Adriano Scianca
In questo Portogallo che arriva in semifinale senza vincere mai, l'unico a brillare veramente è Ricardo Quaresma, il “Trivela”: dopo il gol nei supplementari con la Croazia, è sempre l'ex interista a realizzare il rigore decisivo contro un'ottima Polonia. Una vera e propria rivincita, per questo “predestinato” che non è mai davvero diventato il campione che ci si aspettava. La carriera del portoghese è stata infatti costellata di promesse non mantenute. 

Portogallo in semifinale: la rivincita di Quaresma, cocco 'flop' di Mourinho
Basti pensare che nelle giovanili giocava nello Sporting Lisbona che da tutti era chiamato “la squadra di Cristiano Ronaldo e Quaresma”. A 20 anni passa al Barcellona, e per tutti è già la consacrazione. Dopo una sola stagione deludente, invece, si trasferisce al Porto. Qui vince 3 campionati consecutivi, una Coppa del Portogallo, due Supercoppe e l'Intercontinentale. José Mourinho lo porta all'Inter nell'estate 2008 per circa 25 milioni di euro. Lo Special One non sbaglia un colpo, soprattutto se si tratta di uomini che conosce bene. Eppure Quaresma fa eccezione. 

Dopo il gol all'esordio segnato di trivela (il colpo d'esterno che è diventato il suo marchio di fabbrica) contro il Catania, inizia una serie di prestazioni altalenanti che lo portano prima alla panchina, infine alla tribuna. Nel gennaio 2009 è ceduto in prestito al Chelsea, giocando poche partite prima di tornare in Italia. Quaresma gioca pochi incontri, pur vincendo lo storico triplete a fine stagione. Ma è ormai universalmente considerato un flop, forse l'unico nella parentesi italiana di Mourinho. Il giocatore è evanescente, impalpabile, la sua stessa trivela, spesso tirata fuori dal cilindro in situazioni inutili o in modo goffo, diventa un boomerang contro di lui. 

Nel 2010 è ceduto al Besiktas, ma dopo una stagione e mezza, a gennaio si trasferisce negli Emirati dove gioca una decina di incontri nel campionato nazionale prima di essere svincolato nel maggio 2013. Nel gennaio 2014, dopo esser rimasto fermo sei mesi, si accasa nuovamente al Porto, dove ritorna ai livelli di inizio carriera. Dopo un'ottima stagione e mezza, nel luglio 2015 Quaresma ritorna in Turchia, nuovamente al Besiktas.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]