Il vantaggio della Bmw che prepara l'auto a guida autonoma con Intel e Mobileye - FOTO

01 luglio 2016 ore 10:19, intelligo
di Luciana Palmacci  

In arrivo un’alleanza tra Intel, Mobileye e Bmw. Il gruppo automobilistico annuncerà infatti un progetto di collaborazione con l'americana Intel e l'israeliana Mobileye nei sistemi di guida autonoma. Lo affermano Bloomberg e The Wall Street Journal, secondo cui i tre partner lavorano a un'iniziativa per sviluppare la tecnologia dell'auto senza conducente; la BMW ha presentato già il primo esemplare, la Vision Next 100, in occasione dei festeggiamenti del proprio centenario. Un passo importante per BMW Group, che risponde con forza ai progetti di aziende che stanno cercando di inserirsi nel mondo dell'automotive come Google e Apple. Il vantaggio? Che BMW fa già automobili, da un secolo. 

Intel è il numero uno al mondo nel comparto dei semiconduttori, mentre l’israeliana Mobileye è uno dei principali fornitori delle telecamere per uso automobilistico, di cui si servono anche la stessa BMW e la Tesla. Inoltre il gruppo Bmw, già cliente di Mobileye, ha rilevato l'anno scorso, assieme a Daimler e Audi (gruppo Volkswagen), i servizi delle mappe digitali sviluppati da Nokia. Il costruttore tedesco ha detto nei mesi scorsi che intende collocarsi "al vertice" nello sviluppo delle auto a guida autonoma. Questi dispositivi sono destinati a evolversi ancora di più e a diventare fondamentali per i sistemi di guida autonoma e per questo la Mobileye sta lavorando con il partner STMicroelectronics per sviluppare la quinta generazione dei propri dispositivi, con oltre 20 sensori installati a bordo e controllati da un unico computer. I maggiori costruttori del settore automobilistico hanno identificato il 2020 come l'anno del debutto dei sistemi di guida autonoma, un obiettivo che porterà una importante rivoluzione nel settore.
<
>
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]