Lady D oggi ha 55 anni: la "principessa triste" fa ancora "tremare" casa reale

01 luglio 2016 ore 17:29, Americo Mascarucci
Se il 31 agosto 1997 la sua vita non fosse stata spezzata nel terribile incidente automobilistico sotto il tunnel del Pont de l'Alma a Parigi, oggi Lady Diana avrebbe compiuto 55 anni. 
Nonostante siano trascorsi 19 anni dalla sua misteriosa morte (le cause effettive dell’incidente in cui perse la vita insieme al suo compagno Dodi al-Fayed non sono state mai del tutto chiarite) il ricordo di quella che è stata da tutti definita la "principessa triste" è ancora molto vivo negli inglesi, ma anche in tutto il mondo. Perché tutti si sono appassionati alla storia di questa giovane e bella principessa che dopo aver sposato l’erede al trono del Regno Unito sognava un giorno di poter diventare regina.
Invece il giorno del suo matrimonio è stato per lei l’inizio di un incubo. 
Ben presto Diana si è accorta di non essere per nulla amata dal suo principe il cui cuore non aveva mai smesso di battere per un’altra donna; ha dovuto fare i conti con l’ambiente ostile della casa reale che avrebbe voluto fare di lei un "uccellino in gabbia". 
Ma lei nella gabbia non ci voleva stare e così ecco che, dopo aver subito per mesi soprusi e angherie che l'hanno portata persino a gesti autolesionisti, ha cercato altrove quella felicità che "in casa" non riusciva ad avere alimentando quel gossip fatto di love story e tradimenti coniugali. 
 Fino a quando nascondere, fingere, smentire non era più possibile. 
Così Diana ha deciso di uscire da quell’incubo pur dorato rinunciando al suo sogno di diventare regina, mostrandosi alle telecamere e raccontando a tutto il mondo la sua odissea di moglie non amata, tradita, umiliata, trattata con disprezzo dal marito ma ancora di più dai suoceri, la regina Elisabetta e il principe consorte, infastiditi proprio dalle sue ribellioni, dalle sue storie di gossip, dal suo tentativo di fuggire da quella gabbia in cui tutti avrebbero voluto restasse chiusa.
Fu uno scandalo senza precedenti, il divorzio reale e le dichiarazioni choch con tanto di particolari sul cosiddetto "triangolo" ossia il rapporto moglie-marito-amante, Diana - Carlo - Camilla che ha caratterizzato l'intera vita coniugale della coppia.

Lady D oggi ha 55 anni: la 'principessa triste' fa ancora 'tremare' casa reale
E’ uscita di scena, lasciando i palazzi reali e sognando forse di vivere una vita serena accanto ad un uomo che l’amasse davvero. 
Chissà, forse l’avrebbe anche trovato in Dodi al-Fayed ma chi può dirlo? L’incidente, la morte improvvisa quanto prematura, hanno impedito di poter dare una risposta alla domanda.  
Adorata dai sudditi e mai dimenticata, Lady D, come fu affettuosamente ribattezzata, era nata a Sandringham l'1 luglio 1961, quarta dei cinque figli del Visconte e della Viscontessa Althorp, una delle più antiche e importanti famiglie britanniche, strettamente connessa con la Famiglia Reale da diverse generazioni. Ex insegnante di danza, a cambiare per sempre il corso della sua vita fu l'incontro, nel 1977 con il principe Carlo, che conobbe durante una battuta di caccia. I due si sposarono il 29 luglio 1981 nella cattedrale di St. Paul, a Londra, in quelle che vengono ricordate ancora oggi come 'le nozze del secolo', cui seguì la nascita dei due figli William e Harry. 
Di Diana resterà sempre il ricordo dell’eterna giovinezza, un po’ come per Marylin Monroe. L’immagine di una ragazza condannata a non invecchiare, il cui ricordo resta legato a quelle lacrime davanti alla Tv o alle tante iniziative umanitarie intraprese nel mondo, ad iniziare dalla campagna contro le mine antiuomo che la vide testimonial. 
Molti ritengono che in fondo avrebbe fatto molto meglio a subire, a non ribellarsi, ad accettare le regole del gioco, recitando il ruolo della moglie amata e fedele
Giudizi a parte Lady D non sarà mai dimenticata. La sua morte accompagnata da retroscena e teorie complottiste ha finito paradossalmente per renderla immortale. Sarebbe bastato vedere l’affetto tributatole dai sudditi inglesi nei giorni immediatamente successivi la morte per far capire che il suo "fantasma" non avrebbe mai abbandonato la casa reale britannica. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]