La Boldrini promuove a metà Vendola: "Auguri ma ho molte riserve su utero in affitto"

01 marzo 2016 ore 8:52, Andrea Barcariol
Non si placa la polemica politica sull'utero in affitto, tema caldo del momento. Dopo la bocciatura della stepchild adoption a rilanciare il dibattitto è stata la vicenda del figlio di Nichi Vendola e del suo compagno Ed Testa avuto grazie alla tecnica della gestazione d'appoggio in California. Sull'argomento è intervenuta anche il presidente della Camera Laura Boldrini, da sempre sostenitrice delle unioni civili che ha fatto gli auguri al leader di Sel a margine di un evento all’Università King’s College di Londra: "La nascita di un bambino è un evento che deve rendere tutti noi felici. Mi dispiace vedere tanti messaggi sguaiati e volgari e mi auguro che questo cessi perchè è qualcosa di cui non si sente la mancanza". La Boldrini, però, come aveva già fatto in passato ha espresso le sue perplessità sulla pratica della maternità  surrogata: "E' una materia molto spinosa, specialmente quando queste maternità avvengono in Paesi in via di sviluppo, quando ragazze povere si prestano: per me è una cosa molto difficile da accettare. Personalmente ho molte riserve". Sulla calendarizzazione alla Camera della legge sulle unioni civili, passata in Senato, il presidente della Camera ha sottolineato che si tra di un tema "sul quale i partiti dovranno confrontarsi".

La Boldrini promuove a metà Vendola: 'Auguri ma ho molte riserve su utero in affitto'
Contro la scelta di Vendola è arrivata anche la dura presa di posizione di Famiglia Cristiana. “Per soddisfare un suo desiderio il paladino dei poveri e degli oppressi è andato all’estero come un facoltoso signore, ha reso orfano della madre un bambino e ha eluso la Costituzione e le leggi della Repubblica. Ma non era un uomo di sinistra?”, si legge sul sito del settimanale, mentre la sorella di Vendola, Patrizia, si dice entusiasta del nuovo arrivato in un'intervista rilasciata all'Ansa: “C’è una vita nuova in una famiglia che è diventata già pazza di lui. Non vedo l’ora di abbracciarlo. Stiamo seguendo la linea del silenzio e rispettiamo la loro privacy, va bene così”.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]