Rapinatori di Poste e farmacie presi grazie al cappello da pescatore

01 marzo 2016 ore 14:57, Andrea De Angelis
Specializzati in rapine alle Poste e alle farmacie. Mica roba da poco. Erano questi i luoghi preferiti dai due rapinatori seriali che hanno colpito più di un ufficio postale e di una farmacia nel corso della loro attività criminale. Un'indagine che ora ha portato all'arresto dei due malviventi, come riportato dalle principali agenzie. 

Secondo l'Adnkronos si tratta di un 48enne e un 43enne, entrambi napoletani, ritenuti responsabili di numerose rapine aggravate in concorso e ricettazione. Il primo è stato soprannominato 'il pescatore' per il tipo di cappello, sempre lo stesso, che indossava durante i colpi. Sono almeno cinque le rapine documentate dagli inquirenti e tre gli episodi di ricettazione. Proseguono le indagini per verificare se la coppia sia responsabile di altri reati simili avvenuti nel corso del tempo. I carabinieri della stazione Napoli-Marianella hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal tribunale di Napoli Nord su richiesta della locale procura.

Rapinatori di Poste e farmacie presi grazie al cappello da pescatore
Secondo uno studio della Confcommercio di qualche anno fa le rapine in Italia denunciate dalla Forze dell'ordine all'Autorità giudiziaria sono oltre trentamila. Quelle alle farmacie sono oltre il doppio rispetto agli uffici postali. Entrando nello specifico l'1,2% avviene in questi ultimi luoghi, mentre le farmacie fanno registrare un più preoccupante 3,2%. Numeri comunque lontani dalle abitazioni che si attestano al 6,2%, mentre gli altri esercizi commerciali superano un sesto del totale. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]