"Valbuena è morto", ma è una bufala. Smentita rabbiosa del Lione

01 novembre 2016 ore 9:31, intelligo
di Stefano Ursi

E' arrivata già ieri la smentita indignata del Lione alla bufala cicrolata in rete che voleva il calciatore Mathieu Valbuena morto. Il giocatore, in forza appunto alla squadra francese, è vivo e vegeto e sta benissimo, rassicura la società che con un tweet: “Valbuena fortunatamente è vivo, contrariamente a quanto scrivono ignobili individui su Twitter. È sgomento davanti a questi atti vergognosi e inumani”. La rabbia della società francese, costretta ad intervenire sulla faccenda dopo un polverone mediatico che non si voleva spegnere e che diveniva sempre più forte, si esprime nel tweet e racconta come e quanto in queste ore la corsa sui social della bufala sulla presunta morte del calciatore abbia avuto un risalto enorme. Una bufala in piena regola, macabra come spesso accade sui social network e non è la prima volta che un personaggio famoso viene dato per morto. Uno scherzo lo definiscono alcuni, altri un'abitudine pessima che sui social sta prendendo piede in maniera pesante, spesso andando a sfociare in diffusione virale di notizie che si basano sul nulla.

'Valbuena è morto', ma è una bufala. Smentita rabbiosa del Lione
Alcuni la prendono con ironia, altri, come nel caso del Lione, reagiscono con veemenza e condannano l'attività di chi spara sui social notizie di questo genere. Valbuena, come tanti altri prima di lui, è vivo e sta bene e nonostante soprattutto qui da noi si sia usi dire che chi ci augura la morte non fa altro che allungarci la vita, questa problematica relativa alla diffusione incontrollata di notizie spesso senza fondamento sul web e sui social è un fenomeno i cui contorni vanno analizzati profondamente.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]