Metrò "verde" a Londra: la svolta è nel riciclare la frenata

01 ottobre 2015, Micaela Del Monte
Metrò 'verde' a Londra: la svolta è nel riciclare la frenata
Dopo i taxi e i bus anche la metro diventa "green". 

La società Transport for London (Tfl) ha infatti deciso di "riciclare" l'energia prodotta dalle frenate dei treni utilizzando una tecnologia già adoperata dalle auto elettriche e ibride. Tecnologia questa che potrebbe tagliare la bolletta energetica delle metropolitane londinesi del 5%, facendo risparmiare alle casse dell’ente fino a 6 milioni di sterline l’anno, un ‘tesoretto’ da reinvestire nel miglioramento dei trasporti.

Il sistema è stato testato per cinque settimane nella stazione di Cloudesley Road e si conta che in una settimana, la nuova tecnologia abbia recuperato energia sufficiente per alimentare una stazione grande come quella di Holborn per oltre due giorni a settimana e secondo la Tfl, potrebbe ricatturare fino a 1 MWh di energia al giorno.

La rete metropolitana di Londra è una delle più vecchie al mondo e delle più estese e praticamente corre sotto quasi tutta l’area urbana della Capitale britannica. Secondo Matthew Pencharz, assessore all’Ambiente e l’energia della Città di Londra, oltre che un valido mezzo di trasporto, tale enorme infrastruttura potrebbe sopperire anche alla crescente domanda di energia per il riscaldamento domestico. Sfruttando il calore di scarto generato dai convogli che corrono nel sottosuolo londinese, grazie all’utilizzo integrato di diverse tecnologie che catturano e convogliano l’aria molto calda presente nei tunnel, è già possibile oggi riscaldare centinaia di appartamenti edificati sopra le fermate della metro.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]