Ha ucciso 77 persone e minaccia lo sciopero della fame

01 ottobre 2015, Andrea De Angelis
Settantasette vite spezzate, settantasette famiglie distrutte. Migliaia di persone, familiari, amici distrutti per sempre dal dolore. Tutto questo è stato capace di fare un solo uomo di nome Anders Behring Breivik. 

Ha ucciso 77 persone e minaccia lo sciopero della fame
Sì, ricordate bene. Si tratta dell’autore della strage di Utoya che ha minacciato di fare lo “sciopero della fame fino a morire” per protesta contro le condizioni della sua detenzione. Lo si legge in una lettera che il killer ha spedito ai media norvegesi.

Breivik, che è stato condannato nel 2012 a 21 anni di carcere per aver ucciso 77 persone, sostiene di essere in isolamento dal 2 settembre con una sola ora d’aria al giorno. 

“Studiare in queste condizioni è impossibile e ho dovuto lasciar la facoltà di Scienze Politiche”, scrive l’uomo che uccise 8 persone piazzando un’autobomba nel centro di Oslo e meno di due ore dopo sparò a 69 studenti che stavano partecipando a un campo estivo dei laburisti sull’isola di Utoya.

Già in passato il killer aveva definito “disumane” le condizioni della sua detenzione citando in particolare il fatto che il “caffè gli venisse servito freddo”. Mai, però. aveva minacciato di essere pronto a lasciarsi morire. A patto che qualcuno ci creda davvero. 

La strage di tre anni fa sconvolse il mondo intero e furono numerose le voci di protesta per la pena inflittagli, considerata troppo bassa, ma in realtà alta per la legge norvegese.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]