Un'attesa lunga Mille Giorni (e tanti soldi). Tra poco Renzi svelerà le carte

01 settembre 2014 ore 13:36, intelligo
Un'attesa lunga Mille Giorni (e tanti soldi). Tra poco Renzi svelerà le carte
Renzi vuole guardare negli occhi tutti ma non guardare in faccia nessuno. Così si prepara alla conferenza stampa tanto attesa direttamente da Palazzo Chigi. Oggetto: l’agenda dei mille giorni. Se il passo di corsa ha lasciato spazio al passo dopo passo, oggi il premier non potrà limitarsi alle sole slides.
Dovrà snocciolare numeri che sono poi i soldi da mettere sulle riforme strategiche, a cominciare da quella sul lavoro. Aspettando i numeri, per ora c’è il sito dedicato ai Mille Giorni che presenterà oggi contestualmente all’elenco di cose da fare. Lo slogan è di sicuro effetto “Passo dopo passo riporteremo l’Italia al suo posto”, ma il punto vero è che a questo punto le chiacchiere stanno a zero: la disoccupazione giovanile vola al 43 per cento, le aziende chiedono semplificazione e la Merkel minaccia un duro braccio di ferro con Draghi sul dossier “Austherity”. Proprio per ribadire la linea del governo italiano in Europa, il premier ha già annunciato un vertice europeo a ottobre (a Roma) su crescita e occupazione, ma a preoccupare i mercati è proprio la ‘reprimenda’ della Cancelliera al presidente della Bce che giovedì risponderà alle sollecitazioni tedesche. Nel quaderno (e nel sito) di Renzi ci sono 10 miliardi per sbloccare le opere e sulla giustizia “una rivoluzione”. Draghi e l’Europa aspettano il tanto sbandierato Jobs Act e Renzi dice che lo farà entro l’anno. Ma resta il nodo dell’articolo 18 che al momento pare particolarmente complicato. Anche per il novello “mezzofondista” Renzi.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]