Pamela Anderson contro l'epatite C parla anche della sua "manutenzione"

01 settembre 2015, intelligo
Pamela Anderson contro l'epatite C parla anche della sua 'manutenzione'
La “bagnina” più amata dagli italiani (e non solo), icona sexy degli anni Novanta, oggi sta combattendo la sua battaglia forse più difficile: il virus dell’epatite C. 

La modella ha dichiarato di averlo contratto nel 2002, forse tramite un ago non perfettamente sterilizzato mentre si stava facendo fare un tatuaggio. Nell’intervista a “People”, la Anderson racconta come sta vivendo la malattia evidenziando che, tutto sommato, è stata molto fortunata perché il virus non ha intaccato il fegato.

 “Il mio fegato non ha subito dei danni e non ho alcun effetto collaterale. Vivo la mia vita come voglio ma poteva causarmi altri problemi e considero una benedizione il fatto che il mio corpo sia stato in grado di sopportare i farmaci. Sono a metà dell’opera”, ha dichiarato Palema che ora, grazie a una nuova terapia farmacologica, potrebbe sconfiggere una volta per tutte l’Epatite C. Da anni è impegnata come portavoce dell’organizzazione animalista PETA (People for the Ethical Treatment of Animals) e nell’intervista la show girl che ha 48enne rivela di non sentire alcuna necessità di ricorrere a ritocchi estetici. 

“Per la maggior parte del tempo mi sento più giovane della mia età”. Nonostante l’esperienza con il botox non sia andata bene, l'attrice ammette: “Un po’ di manutenzione va bene. Ci sono cose che possono far sembrare più toniche, ma le persone esagerano. Io invece non sono ossessionata”. A 48anni resta una bellissima “bagnina”. Vedere il suo profilo Instagram per credere. 

LuBi






autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]