Aeroporto di Hitler diventerà un campo profughi

01 settembre 2015, Andrea De Angelis
L'iconico aeroporto di Berlino, il Tempelhof, costruito nel 1927 e ampliato nel 1934 su ordine di Albert Speer, l'architetto di Adolph Hitler, potrebbe diventare un immenso campo profughi nel cuore della capitale tedesca. 

Aeroporto di Hitler diventerà un campo profughi
Secondo un progetto la struttura, contraddistinta da da un arco lungo più di 1,6 km, disegnato per ricordare le ali spiegate di un uccello, potrebbe essere trasformato in case per 4.000 rifugiati. 

L'assessorato al Welfare di Berlino ha chiesto al 'ministro dell'Interno della città stato', il permesso di usare il Tempelhof, definito dalla celebre archistar britannica Normn Foster, "la madre di tutti gli aeroporti".

Il Tempelhof non è più in uso dal 2008. L'aeroporto è passato alla storia per il ponte aereo per Berlino, quando dal 26 giugno 1948 al 12 maggio 1949, la città, stretta d'assedio dai sovietici era rifornita di tutto, dal cibo al carbone, solo per via aerea dai Dc-3 Usa.

La notizia arriva proprio mentre la cancelliera Angela Merkel ha lanciato un appello all'Europa affinché aiuti l'Italia a gestire la questione legata all'immigrazione, parlando inoltre di altri Paesi in stato di difficoltà quali l'Ungheria. Problemi legati, proprio come nel caso dell'Italia, alla posizione geografica. 

Merkel richiama dunque l'Europa a "muoversi complessivamente", a "condividere la responsabilità della tutela del riconoscimento del diritto di asilo", facendo sapere che nell'Unione c'è "un grande accordo per aiutare l'Italia" nella crisi dei profughi.

Seguici su Facebook e Twitter
 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]