Fertility Day, Fusaro: "Crociata sterile e ridicola, ma la sinistra dov'è?"

01 settembre 2016 ore 12:15, Andrea De Angelis
Dopo la polemiche che hanno fatto seguito all’iniziativa del ministero della Salute, il premier Matteo Renzi prende le distanze e sottolinea: "La mia opinione è che se vuoi creare una società che torna a fare i figli devi creare situazioni strutturali come asili nido, tempi di lavoro delle famiglie, servizi". La ministra Beatrice Lorenzin, dal canto suo, si difende: "Lo slogan del Fertility Day è 'conoscere per essere libere di scegliere', non è nostra intenzione fare una campagna per la natalità, ma fare prevenzione perché l’infertilità è una questione di Salute Pubblica". Sul web, intanto, divampano le polemiche e c'è chi, come Saviano, parla di un "insulto a tutti". 
IntelligoNews ne ha parlato con il filosofo Diego Fusaro...

Tra tre settimane avremo il Fertility Day, ma Renzi prende già le distanze dal ministro Lorenzin. Che idea si è fatto?
"Una proposta assolutamente sterile, è proprio il caso di dirlo. Invitare le donne a fare dei figli è un'assurdità ipocrita. Esortarle a conoscere la fertilità quando viviamo nel tempo del precariato assoluto, dei diritti sociali che scompaiono e dei salari che decrescono? Tutto ciò ha un grado di ipocrisia totale. Vergognoso anche per l'uso subalterno, ancora una volta, della lingua inglese. Si sarebbe potuta chiamare Giornata della Fertilità, invece ormai bisogna dire le cose servilmente nella lingua inglese..."

Qualcuno ha sottolineato che una simile proposta sarebbe stata più attesa da un uomo, ma non da un ministro donna e mamma come Beatrice Lorenzin. Condivide tale osservazione?
"Sì, forse c'è anche questa componente. Se l'avesse proposta un uomo sarebbe stata comunque indecente. Nessuno parla delle questioni economiche e sociali che sono, mi rendo conto, molto prosaiche, ma fondamentali. Fa veramente ridere che questi che si definiscono del Pd, magari anche di sinistra, non abbiano nessun contatto con la realtà sociale e politica". 

Fertility Day, Fusaro: 'Crociata sterile e ridicola, ma la sinistra dov'è?'
Il ministro si è difeso dicendo che non si tratta di una campagna per la natalità, ma d'informazione per la prevenzione. La convince?

"No, è un arrampicarsi sugli specchi per nascondere la malefatta".

Proprio ieri il dato sulla disoccupazione giovanile in crescita, vicina al 40%.
"Basta questo dato per rendere ancora più ridicola la crociata per la fertilità. La donne non è che non fanno figli perché non conoscono la fertilità, ma per i diritti sociali che spariscono, per il posto di lavoro inesistente".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]