Monito del Papa sull'ambiente: "Pentiamoci del male che facciamo al Creato"

01 settembre 2016 ore 16:44, Americo Mascarucci
"Pentiamoci del male che facciamo alla nostra casa comune, riconoscendo il nostro piccolo o grande apporto alla sua distruzione".
E' il monito di papa Francesco nel messaggio per la Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato presentato oggi in Vaticano.
Il Pontefice ha chiesto un serio esame di coscienza: "Il primo passo in tale cammino è sempre un esame di coscienza, che implica gratitudine e gratuità, vale a dire un riconoscimento del mondo come dono ricevuto dall'amore del Padre, che provoca come conseguenza disposizioni gratuite di rinuncia e gesti generosi. Implica pure l'amorevole consapevolezza di non essere separati dalle altre creature, ma di formare con gli altri esseri dell'universo una stupenda comunione universale. Per il credente, il mondo non si contempla dal di fuori ma dal di dentro, riconoscendo i legami con i quali il Padre ci ha unito a tutti gli esseri".
"A questo Padre pieno di misericordia e di bontà, che attende il ritorno di ognuno dei suoi figli - aggiunge il Papa -  possiamo rivolgerci riconoscendo i nostri peccati verso il creato, i poveri e le future generazioni. Nella misura in cui tutti noi causiamo piccoli danni ecologici, siamo chiamati a riconoscere il nostro apporto, piccolo o grande, allo stravolgimento e alla distruzione dell'ambiente. Questo è il primo passo sulla via della conversione". 

Papa Francesco ricorda che "in unione con i fratelli e le sorelle ortodossi, e con l'adesione di altre Chiese e Comunità cristiane, la Chiesa Cattolica celebra oggi l'annuale Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato". 
La ricorrenza intende offrire ai singoli credenti ed alle comunità la preziosa opportunità di rinnovare la personale adesione alla propria vocazione di custodi del creato, elevando a Dio il ringraziamento per l'opera meravigliosa che Egli ha 
affidato alla nostra cura, invocando il suo aiuto per la protezione del creato e la sua misericordia per i peccati commessi contro il mondo in cui viviamo".

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]