"Non vogliamo più papponi": il Parlamento accelera sulla prostituzione legalizzata

10 aprile 2015, Andrea De Angelis
Superare la legge Merlin con un manifesto bipartisan sulla prostituzione. 

'Non vogliamo più papponi': il Parlamento accelera sulla prostituzione legalizzata
Questo l'obiettivo della proposta di legge presentata alla Camera da Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione affari sociali della Camera di Scelta Civica, e dalla senatrice Maria Spilabotte del Pd, prima firmataria di un testo che raccoglie 25 firme di parlamentari di diversi partiti.

La forza del manifesto appare dunque essere proprio nella sua trasversalità.

"La prostituzione deve essere liberamente svolta e nessuno deve trarre profitto dallo sfruttamento, non vogliamo più papponi", ha detto Spilabotte. 

Cosa è contenuto nella proposta di legge? Innanzitutto c'è il sì allo "zoning", ovvero alla possibilità di scegliere alcune zone nei comuni in cui consentire la prostituzione. Per Vargiu "non c'è più nessuno in Italia che ritenga ancora realizzabile il sogno buono della senatrice Merlin di abolire la prostituzione e il tema dello zoning può essere gestito dalle comunità locali". 

La proposta prevederebbe anche la possibilità di esercitare la prostituzione legalmente in casa, pagando le tasse, con l'iscrizione alle Camere di Commercio o unendosi in cooperative. Previsti anche controlli sanitari e un forte contrasto alla tratta.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]