Scoperto il broccolo "Beneforte": l'anti-colesterolo verde

10 aprile 2015, Marta Moriconi
Scoperto il broccolo 'Beneforte': l'anti-colesterolo verde
Un broccolo per combattere i problemi al cuore. Per molti è cattivo, per altri è viscido. In realtà è un concentrato di salute. 

Ma ora con l'invenzione del “super broccolo” è un vero e proprio farmaco anti-tumore. Non solo è da sempre un potente nemico del colesterolo LDL presente nel nostro sangue, ma i ricercatori che hanno ideato "Beneforte", lo hanno reso una vera e propria "pasticca" per ridurre iù "prepotentemente" i livelli di questo colesterolo nemico dei vasi sanguigni e del cuore.

Non è un prodotto chimico, nessun ricorso agli Ogm o ad altre tecniche di modifica genetica, è un semplice broccolo - inglese in questo caso - che concentra in sé la glucorafanina, sostanza dalla forte valenza antiossidante. 

Beneforte ha doppi o tripli livelli di questa sostanza benefica, mentre i suoi cugini broccoli ne sono sprovvisti. 

Ed è stato provato. La sperimentazione è stata testata con successo durante un lungo esperimento eseguito su un gruppo di 130 volontari. Tutti con problemi legati al colesterolo alto.

Ed ecco la scoperta. Col super-broccolo i ricercatori britannici sono riusciti a ridurre la media dei livelli di colesterolo LDL stimata intorno al 5-6%. Un toccasana per il cuore e per la circolazione che d'ora in avanti sarà capace di migliorare le condizioni di salute dei pazienti a rischio infarto. 

Addio cardiopatie o disfunzioni dell'apparato vascolare.

La dieta è semplice: basta consumare "Beneforte" in una quantità misurata intorno ai 440 grammi alla settimana. E a questo punto il gusto non importa più: se la pasticca ha un saporaccio e qualche volta neanche funziona, il broccolo non sarà buonissimo ma i risultati sono accertati. E presto la tavola del cardiopatico si tingerà di verde.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]