Allegri ha detto sì: (quasi) fatta per Berardi alla Juve, ora sotto con il nodo Morata

10 aprile 2016 ore 11:49, Adriano Scianca
Non è ancora finita una stagione (con due trofei ancora da conquistare, scudetto e Coppa Italia), che la Juve sta già programmando la prossima stagione. Occhi puntati sull'attacco bianconero: a fare da spalla a Dybala potrebbe esserci Domenico Berardi. Il mister Massimiliano Allegri ha dato il suo assenso allo sbarco a Torino del talentuoso attaccante del Sassuolo, che quindi raggiungerà il suo ex “gemello del gol” Zaza. La Juve verserà 25 milioni di euro nelle casse della società emiliana. Il club bianconero conferma quindi la sua “linea verde”, oltre al fatto di voler investire su calciatori italiani. 

Allegri ha detto sì: (quasi) fatta per Berardi alla Juve, ora sotto con il nodo Morata
Se a contendere il posto a Berardi e Dybala ci sarà anche Alvaro Morata, invece, non lo si può ancora dire con certezza. Il Real Madrid ha in mano la carta del diritto di recompra e sembra intenzionato a usarla. Juventus pronta a mettere sul piatto altri 25 milioni di euro, che andrebbero a sommarsi ai 20 milioni spesi nell’estate del 2014. Bisognerà vedere quanto il Real intenda impuntarsi sul fatto di voler riportare lo spagnolo alla base: se la volontà madridista fosse ferrea, per la Juve ci sarebbe poco da fare. Poco potrebbe anche la volontà del giocatore, che a Torino sta bene ma che non ha mai, comprensibilmente, davvero chiuso la porta al prestigioso club in cui è nato. 

La Juve cerca anche di blindare Patrice Evra, proponendo al francese un accordo biennale. Pesano, sulla decisione, quanto mostrato in campo, ma anche quanto fatto vedere nello spogliatoio in termini di personalità. Ultimo arrivato, Evra si è dimostrato leader al pari di capitan Buffon, risultando determinante per far cancellare alla squadra l'inizio da incubo. Mentre si assestano i tasselli per la rosa, sembra invece praticamente scontata la conferma in panchina di Allegri, come anche l'interessamento del tecnico nella vicenda Berardi ha confermato. “Il contratto è una formalità. Conta molto di più la progettualità, il nostro ciclo con Allegri è appena iniziato e sono certo che continueremo insieme”, ha detto l'ad della Juventus Beppe Marotta, spiegando che un appuntamento “non è stato ancora programmato: ci siamo detti che dobbiamo vederci ma ora le priorità sono altre, per lui e per noi”. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]