Scambia coppia di fidanzati per ladri e gli spara. Dramma sfiorato a Padova

10 dicembre 2015 ore 8:43, intelligo
Scambia coppia di fidanzati per ladri e gli spara. Dramma sfiorato a Padova
Si erano appartati, in auto, in una vietta buia e tranquilla. Si sono ritrovati presi a fucilate. E' accaduto a San Giorgio delle Pertiche, vicino Padova. Il giovane di 20 anni è stato ferito da un colpo di fucile esploso da un residente che aveva scambiato la coppia per dei ladri. Per lui una prognosi di 40 giorni, mentre alla fidanzata è andata meglio: niente ferite ma uno stato di choc. I carabinieri hanno denunciato l'uomo per lesioni personali aggravate, danneggiamento, esplosioni pericolose e porto abusivo di armi. La dinamica dell'incidente è ancora tutta da chiarire, ma secondo una prima ricostruzione, sulla base del racconto fatto ai Carabinieri, sembrerebbe che l’uomo stava tornando  insieme a due amici da una battuta di caccia e si è insospettito vedendo un auto in sosta in una strada appartata. Si sarebbe quindi avvicinato, semplicemente per controllare e avrebbe battuto con una mano sul finestrino della vettura, mettendo paura ai due fidanzatini. Il ragazzo, allora, avrebbe messo in moto l'auto fuggendo via, ricevendo però un colpo di fucile sul  lunotto posteriore della vettura e rimanendo ferito. Il ventenne è ora ricoverato nel reparto di otorinolaringoiatria.

Un incidente che ha subito richiamato alla memoria altri recenti episodi di cronaca, con i protagonisti accusati di un eccesso di legittima difesa, come ad esempio il benzinaio Stacchio che uccise un rapinatore. Inevitabile anche la polemica politica. Il segretario provinciale del Pd Massimo Bettin ha subito polemizzato con un post su Facebook contro chi «incita all’utilizzo delle armi», con un riferimento neanche troppo velato alla Lega che di Stacchio aveva fatto un simbolo, anche se il caso in questione è di tutto altro genere, non trattandosi di ladri ma di una giovane coppia di fidanzati solo alla ricerca di un po' di tranquillità, come sottolineato da Daniele Canella, consigliere comunale della Lega Nord a San Giorgio delle Pertiche: «Ovviamente si tratta di un gesto da condannare, non si può uscire e sparare senza accertarsi se c’è pericolo . Ma è un caso emblematico dell’insicurezza che si respira nel nostro territorio e in particolare a San Giorgio delle Pertiche. Spero che il ragazzo ferito possa riprendersi presi e che questa vicenda possa servire a aumentare il livello di sicurezza. E che si diano più fondi alle forze dell’ordine e alla polizia locale che cercano di fare il possibile per proteggere il nostro territorio».  

A.B.



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]