Pensionato suicida, Ferrero: "Speculazione finanziaria come l'Isis. Occhio ai fondi pensione"

10 dicembre 2015 ore 11:55, Andrea De Angelis
Pensionato suicida, Ferrero: 'Speculazione finanziaria come l'Isis. Occhio ai fondi pensione'
Non ha retto lo shock di aver perso tutti i risparmi di una vita affidati alla Banca Etruria, una delle quattro banche oggetto del 'salvataggio' operato con il decreto salva-banche. Così un 70enne di Civitavecchia, ha preso una corda e si è impiccato alla ringhiera del balcone di casa. La notizia è stata diffusa da Etruria News. Il suicidio è avvenuto il 28 novembre, ma solo oggi i suoi familiari hanno ritrovato la lettera nel computer scritta dal pensionato per spiegare il suo gesto, come riporta sempre il quotidiano. 
IntelligoNews ne ha parlato con Paolo Ferrero, segretario del Prc...

Quanto accaduto era prevedibile? L'Italia si sveglia sempre troppo tardi?

«Quanto successo è un pezzo di una manovra criminale in corso da vari anni su diversi terreni. Il pezzo in questione è il seguente: invitare i risparmiatori a sottoscrivere delle obbligazioni, delle particolari forme di risparmio che magari davano loro un po' più di interesse, presentandole come sicure. Nei fatti, invece, trasformavano quel risparmio in una specie di azionariato della banca. A quel punto quando le banche falliscono o si ristrutturano, ecco che accade il dramma. Ovviamente chi aveva un mucchio di soldi si è mosso in largo anticipo, stando ben attenti a non perderli. Chi invece aveva piccoli risparmi li ha persi». 

Si salvano solo alcuni?

«Per questo è un pezzo di un'azione criminale! Si salvano i ricchi e la gente normale viene macellata con un modo di trasformazione formale in proprietari, attraverso un qualcosa di non chiaro, con contratti di decine di pagine scritte a corpo uno che la legge non si legge».

Ci saranno altri casi?

«Certamente, nel corso del tempo la speculazione finanziaria è andata avanti». 

C'è un modo per risolvere tutto questo?

«Sì, ed è semplicissimo. Basta distinguere le banche di risparmio da quelle di investimento. Tu vuoi risparmiare e sai a che banca andare, con un tasso di interesse limitato senza alcun rischio. Vuoi rischiare? Avrai tassi maggiori, ma rischi. Questa differenza invece è stata abolita negli Anni '90, è uno dei pezzi del neoliberismo. Così i piccoli risparmiatori possono perdere tutto». 

Siamo davanti a una questione nazionale o continentale, si possono adottare delle misure indipendentemente da quello che dice la Bce?

«A livello nazionale si possono adottare misure di gran lunga più garantiste per le persone, ma il problema non è solo italiano e soprattutto non riguarda solo le banche. Pensiamo ai fondi pensione che investono sul mercato finanziario. Se l'investimento è sbagliato uno può perdere la pensione. I padroni del vapore hanno costruito un sistema di lotterie con la speculazione finanziaria in cui le banche hanno tirato dentro quello che loro chiamano il parco buoi. Cioè per avere tanti soldi nella lotteria hanno tirato dentro i piccoli risparmiatori. Tirano dentro la gente normale affinché contribuisca con i propri risparmi a questa gigantesca bolla speculativa in cui i grossi sanno come muoversi e guadagnano e usano il denaro dei poveracci che alla fine rimangono stritolati. Bisogna distruggere la speculazione finanziaria, è un nemico, è come la guerra, è come l'Isis! Si nutre sulla vita della gente, questo è il punto di fondo».

Chi deve difendere la vita della gente?

«Il pubblico, perché lo Stato non fallisce».


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]