Più Erasmus per tutti e passa la paura? Gozi: "Decuplicare numero accessi"

10 gennaio 2017 ore 11:58, intelligo
Più Erasmus per tutti e passa la paura? Gozi: 'Decuplicare numero accessi'
Sandro Gozi, sottosegretario con delega agli Affari Europei in un'intervista a "Avvenire" ha deciso di arricchire la generazione Erasmus di "20mld a bilancio"
. Nell'intervista dice espressamente che ''dobbiamo lavorare a un vero potenziamento del progetto Erasmus di cui quest'anno celebriamo i trent'anni. Ci impegneremo affinché nel bilancio 2020-2026 le risorse stanziate per il progetto passino da 2 a 20 miliardi. Cosicché, parallelamente, possa moltiplicarsi il numero di studenti coinvolti" . 
Guardando al presente "oggi l'Italia ne invia in Europa trentamila ogni anno, dobbiamo moltiplicare per dieci anche quel numero. L'obiettivo è 300 mila giovani italiani coinvolti nel progetto Erasmus. Più opportunità, cultura, lingue, formazione e visione. Se l'Europa sarà così verrà apprezzata e capita. Ma serve un altro passaggio: Erasmus non dovrà più essere un programma solo per chi se lo può permettere". 

E alla fine, alla faccia di considera il Programma Erasmus il fallimento delle politiche giovanili dell’Ue strumento per l’integrazione più superficiale finta fino al midollo, Gozi svela la "missione impossibile": "Bisogna fare arrivare in Europa anche quel pezzo di Paese meno fortunato dove spesso si annida euroscetticismo e eurodelusione. Erasmus è il migliore antidoto contro il ritorno di razzismo, xenofobia, muri, pregiudizi. Una sfida importante da intraprendere nell'anno in cui celebriamo i sessant'anni dei Trattati di Roma, non una mera ricorrenza ma uno snodo importante nella difesa del progetto Europeo dalla sua disintegrazione''.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...