Scuola finita ma non per tutti: da 6 a 24€ l’ora il costo delle ripetizioni

10 giugno 2016 ore 12:40, Luca Lippi
Finito l’anno scolastico, alla luce di un futuro proteso a ridurre al lumicino la pausa estiva per studenti e docenti, è d’attualità che per gli studenti meno virtuosi l’estate dura poco e niente, e quindi si entra nel gorgo delle lezioni private allo scopo di recuperare il tempo perduto a bighellonare invece di studiare.
Aperta e chiusa parentesi, secondo quanto emerge dal volere di Renzi che vuole cambiare la scuola e avrebbe annunciato solo un mese di vacanza, Giannini (Istruzione) avrebbe detto che la riduzione dell’interruzione delle lezioni scolastiche: "E' un tema inserito nel ddl Buona Scuola". Ma l'Italia non è un'anomalia: tre mesi di stop è la "norma" europea, ma solo per gli studenti virtuosi.

Scuola finita ma non per tutti: da 6 a 24€ l’ora il costo delle ripetizioni

Dunque, fra genitori che incolpano i professori, studenti che mentono per professione, e tutte le anomalie del nostro tempo secondo cui il lavoro dello studente che è quello di studiare e di sottomettersi istituzionalmente ai diktat degli educatori (possibilmente senza l’intromissione dei genitori che spesso a stento sono in grado di esercitare la loro di professione), l’unica certezza è che bisogna mettere mano al portafoglio.
Vediamo quanto costano le ripetizioni. Secondo “ProntoPro.it” i costi delle lezioni private variano a seconda della regione e della materia. Con le scuole sempre più a secco di fondi, quindi in difficoltà nell’allestire corsi di recupero per le discipline nelle quali siano stati assegnati un numero congruo di debiti formativi, il ricorso alla lezione privata diventa spesso d’obbligo. Anche se, a ben guardare, appare anche quasi proibitivo.
Le discipline scientifiche, ad esempio, si attestano sui 18 euro in media l’ora. Le ripetizioni di inglese, invece, sono più economiche: stiamo sui 13,50 euro all'ora.
Ancora meno costa farle di matematica per le medie e superiori: il prezzo medio è di circa
12 euro. Ma il prezzo più basso è quello per approfondire le materie umanistiche: servono anche meno di 10 euro l'ora.
A livello geografico, Milano è la città più costosa per prendere ripetizioni: nel capoluogo
lombardo occorrono in media 23 euro per una lezione di carattere scientifico (contro una media nazionale di poco più di 18 euro), mentre per una di ambito umanistico si arriva a 12,50 euro.
Anche a Bologna i prof privati sono abbastanza esosi: per una lezione individuale di fisica o matematica occorrono in media 22 euro, mentre per una umanistica circa 12.
Inoltre, più aumenta il livello di studio più crescono i costi: sempre a Milano, uno studente universitario per studiare privatamente matematica deve spendere in media sui 24 euro (contro una media nazionale di 19 euro); ad un liceale, invece, la cifra richiesta è di 16 euro.
Come per altri contesti, il Meridione fa conto per sé: per le materie scientifiche, uno studente di Napoli arriva a spendere circa 10,50 euro all'ora; quasi la metà (5,50 euro) per l'ambito umanistico. Anche per chi frequenta l’Università, i costi sono più che abbordabili: 11 euro per una lezione di tipo universitario, 7 euro per una di ambito umanistico). Prezzi simili si riscontrano a Catanzaro, L'Aquila e Potenza.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]