La prima vittima del nuovo Datagate: espulso il numero 1 dei Servizi a Berlino

10 luglio 2014 ore 15:57, intelligo
La prima vittima del nuovo Datagate: espulso il numero 1 dei Servizi a Berlino
Il nuovo Datagate fa la prima vittima. La Germania ha espulso un dipendente dei servizi segreti Usa perchè con "gon gli Stati Uniti c'è una grande diversità di principi", ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel. Ed è per questo che il governo tedesco espellerà un rappresentante dei servizi segreti americani operativo a Berlino. La fonte è attendebilissima: si tratta del presidente della Commissione del Bundestag, addetto al controllo dei servizi, Clemens Binninger. Deve essere stato troppo pesante per il governo tedesco il nuovo caso di spionaggio in Germania che sta tenendo banco con l'apertura di un'inchiesta della Procura su un secondo agente dei servizi tedeschi che avrebbe venduto informazioni agli Usa dopo essere stato assoldato dalla Cia. E in Germania si sa, quanto a rigore, non si scherza.  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]