Rudi Garcia: "Ci servono tre giocatori, Juve è favorita"

10 luglio 2015, intelligo
Penultimo giorno di ritiro per la Roma a Pinzolo.

Rudi Garcia: 'Ci servono tre giocatori, Juve è favorita'
Rudi Garcia e i suoi giocatori continuano a svolgere programma di allenamenti
di preparazione alla prossima stagione, mentre i tifosi si concentrano soprattutto sulle voci di mercato che vedono sempre più lontano dai giallorossi Mattia Destro

Dopo la doppia seduta di ieri, oggi si replica. 

Al termine della seduta di questa mattina, intorno alle ore 13:00, la conferenza stampa di Rudi Garcia al suo terzo anno in giallorosso. 

Queste le parole del tecnico francese:

13:10 - Ha inizio la conferenza stampa. 

13:12 - Per fortuna sono scese le temperature, non ci aspettavamo un caldo così. Credo che anche voi giornalisti avrete perso un po' di peso, ma ora possiamo lavorare bene e mi piace che in questa occasione i tifosi possono avvicinarsi alla squadra. Anzi, io vorrei poterli accogliere anche a Trigoria, ma non è possibile, allora approfittiamo di questa situazione. La gente può vederci da vicino e noi dobbiamo essere vicini ai nostri tifosi. 

13:13 - La realtà è veramente bella, vedo molto entusiasmo. Vedo tante famiglie qui con i loro bambini, non dimentico che io per primo sono stato un bambino appassionato di calcio. Il futuro della tifoseria romanista sono loro. 

13:15 - Romagnoli arriverà il 14 luglio, come tutti i giocatori che sono qua per me è importante, come lo sono tutti quelli che questa settimana sono in ritiro, compresi i giovani. Ogni giovane che è arrivato da quando sono io alla Roma in prima squadra, si è sempre mostrato molto educato, serio, capace di ascoltare i consigli. Vuol dire che nel settore giovanile della Roma si lavora bene sul campo e non solo. 

13:17- Il gruppo è quasi lo stesso dell'anno, eccezion fatta per Iago Falque. Mi piace, è un vero giocatore di pallone. Ho scoperto l'uomo: è molto umile, con grandi valori. Sono sicuro che ci aiuterà tanto sul campo perché ha delle qualità veramente importanti.

13:18 - "Lavoro sempre in sintonia con Pallotta e Sabatini, io voglio tenere tutti i giocatori che sono con me, ovviamente ci saranno dei giocatori che arriveranno perché ogni anno la società, noi tutti insieme lavoriamo per migliorare. Bisogna non andare in fretta, ma posso assicurarvi che avremo una squadra competitiva. Cerchiamo tre ruoli ben precisi, ma è bene non andare di fretta".

13:20 - "Già a febbraio aveva parlato con il presidente per migliorare non solo la squadra, ma anche le persone che lavorano per il bene della squadra a mia disposizione. Non vuol dire che quelli dell'anno scorso non erano buoni, altrimenti non saremmo arrivati secondi. Bravi professionisti, buone persone. Speriamo di avere quest'anno meno infortunati: forse il nodo era quello. Non ci sono stati i Mondiali, non ci sarà la Coppa d'Africa a gennaio. Lo abbiamo sofferto l'anno scorso, ora le cose andranno molto meglio".  

13:23 - "Basta parlare dell'anno scorso, pensiamo alla nuova stagione. Sono entusiasta e sereno, non sono né più debole né più forte di quando sono arrivato, lavoriamo allo stesso modo, ognuno con il suo ruolo. Io devo portare insieme al mio staff i giocatori al meglio, così da ottenere i migliori risultati. Il futuro è oggi: abbiamo sette settimane per lavorare". 

13:27 - "Ho scoperto i miei nuovi collaboratori, nella preparazione atletica possiamo avere forse più certezze che nel pallone, mi piace il fatto che il mio staff spieghi ai giocatori il motivo della preparazione fisica. Devono sapere che se sono al top potranno mettere sul campo ancora meglio le loro qualità tattiche e tecniche". 

13:28 - "Ho detto io al presidente che volevo migliorare non solo la squadra, ma le strutture. Ci vuole tempo a volte, ma arrivano...".

13:31 - "L'anno scorso siamo arrivati secondi come l'anno prima cambiando tutti i quattro della difesa per diverse ragioni. Vuol dire che la squadra difende abbastanza bene. Semmai siamo stati meno efficaci sul piano offensivo, specie nel girone di ritorno, e sul piano del gioco quando abbiamo giocato meno bene i risultati sono peggiorati. Mi auguro che torneremo ad avere un gioco offensivo e spettacolare, voglio tornare a vedere la Roma dei miei primi diciotto mesi". 

13:33 - "Quest'anno l'obiettivo sarà di qualificarsi per la Champions League, sapendo che la Juventus sarà favorita. Mi sembra ovvio e normale, ma faremo di tutto per darle fastidio come già successo per 18 mesi della mia presenza. Le ambizioni sono differenti dagli obiettivi, per me sono senza limiti. Io sono un ambizioso, voglio vincere con la Roma. Non ci siamo riusciti per varie ragioni. Se la stagione nostra sarà perfetta e se gli altri mollano possiamo vincere. Mi è successo con il Lille, mi auguro di succeda anche qui". 

13:34 - La conferenza stampa si è conclusa


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]