60 anni di Tom Hanks con curiosità: dai chili persi al "no smoking" sul set

10 luglio 2016 ore 11:53, Andrea De Angelis
Grande festa ieri per Tom Hanks, uno degli attori più amati del pianeta, per i suoi primi 60 anni di vita. Un divo dal volto buono, capace di dare volto e voce a personaggi diversi, in prima linea contro i pregiudizi e dalla carriera in continua, inarrestabile ascesa.

Nel 1984 arriva il vero esordio sul grande schermo. Hanks è infatti la star di Splash - Una sirena a Manhattan, in cui dà vita a quel personaggio simpatico ma un po’ imbranato che farà da modello a quasi tutte le sue recite da protagonista datate anni Ottanta: da Bachelor Party a Casa, dolce casa?, passando per Big, con cui si guadagna la prima nomination all’Oscar.
Il decennio successivo è invece quello della consacrazione e di tanti film impegnati, che sopravanzano decisamente nel numero le commedie: nel 1993 è con Meg Ryan in Insonnia d’amore e con Denzel Washington in Philadelphia, lungometraggio in cui interpreta la parte di un avvocato gay malato di Aids e che gli permette di vincere Oscar, Golden Globe e Orso d’argento al Festival di Berlino. L'anno dopo è un indimenticabile Forrest Gump nell’omonimo film di Robert Zemeckis, con cui si aggiudica la sua seconda statuetta per il miglior attore protagonista. Successivamente, è nel cast di Apollo 13, di Salvate il soldato Ryan, fino allo straordinario successo de Il miglio verde, tratto da un romanzo di Stephen King.
Gli anni Duemila sono quelli di Cast Away, per cui ottiene un Golden Globe e l’ennesima nomination agli Oscar, di Era mio padre, di Prova a prendermi, dove è diretto da Steven Spielberg, e poi The Terminal, 2004, e nel recente Il Ponte delle Spie, 2015, e de Il codice da Vinci.

60 anni di Tom Hanks con curiosità: dai chili persi al 'no smoking' sul set
Sono tante anche le curiosità legate al professionista Hanks. Ci limitiamo a dirne un paio, di cui una probabilmente già nota al grande pubblico. Per recitare la parte da protagonista in Cast Away vorrà restare solo, il più possibile separato dagli addetti ai lavori e arriverà a perdere venti chili, con tante di bruciature della pelle a causa del sole. 
Per quanto riguarda, invece, un suo ruolo più moderno, quello di Walt Disney in Saving Mr. Banks, Tom si è scontrato con la casa di produzione, per la decisione di inserire la passione di Disney per le sigarette: alla fine si è trovato un punto di incontro tra le due parti, facendo vedere il personaggio storico gettare un mozzicone a terra in una scena e tossire insistentemente all’inizio del film.

 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]