Panama Papers, un motore di ricerca per le società offshore: "Non tutte illegali" ed è bufera

10 maggio 2016 ore 15:00, Americo Mascarucci
Il consorzio internazionale per il giornalismo investigativo (ICIJ) ha pubblicato il data base con i documenti relativi a 214mila compagnie off shore create in 21 diversi paradisi fiscali. 
Pubblicati anche i nomi delle 360mila persone o società in 200 paesi diversi che le controllano.  
Ne è nato un vero e proprio motore di ricerca online sui dati che, spiegano dal Consorzio, fanno parte dell'indagine, costituendo la più ampia diffusione di informazioni sulle compagnie offshore e sulle persone che vi stanno dietro, compresi i nomi, se disponibili, dei veri proprietari di queste strutture.
Il database offre informazioni su oltre 100mila società offshore che il consorzio giornalistico aveva già scoperto in una sua indagine del 2013.
Le società offshore create dallo studio legale di Panama Mossack Fonseca sono legate ad almeno 36 americani accusati di frode o altre cattive condotte finanziarie. 
Parte degli undici milioni di file (per un totale di 2.6 terabytes) sono così a disposizione di chiunque voglia lanciarsi in un’indagine attraverso direttori di società, agenzie di mediazione e azionisti: si tratta forse di una risposta diretta alle critiche ricevute dall’ICIJ, accusata di aver tenuto nascoste parte delle informazioni ricevute e di aver divulgato convenientemente solo una parte di queste.
Un'iniziativa che tuttavia non sta mancando di suscitare forti polemiche. 
Infatti non tutte le società o le persone presenti all'interno del data base hanno commesso fatti illeciti o sono accusati di eventuali reati. Si rischia insomma di fare di tutta l'erba un fascio inserendo nel calderone anche chi, rispettando le leggi degli stati ha svolto le operazioni in maniera del tutto lecita. 

Panama Papers, un motore di ricerca per le società offshore: 'Non tutte illegali' ed è bufera
Il motore di ricerca realizzato per estrapolare dati dal database è basato su Nuix, una società australiana che ha realizzato una tecnologia in grado di analizzare e indicizzare dati non opportunamente strutturati. 
Icij per ovviare a queste polemiche non pubblica tuttavia la totalità dei dati e non rivela documenti grezzi o informazioni personali di massa. Il database contiene una grande quantità di informazioni sui proprietari delle compagnie, sui loro delegati e intermediari ma non rende noto conti bancari, carteggi mail e transazioni finanziarie contenute nei documenti. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]