Draghi shock o show? Chi aiuta e chi “schiaffeggia”

10 marzo 2016 ore 15:04, Luca Lippi
Mario draghi ha sorpreso tutti soprattutto nei termini di politica monetaria. La bazookata è sicuramente eccezionale, ma che avesse ancora un buon 85% di spazio per aumentare “la palata” si sapeva, dove ha colto tutti di sorpresa, sono soprattutto i mercati che credevano di avere già scontato il provvedimento del presidente della Bce, e invece Draghi ha dichiarato guerra alle banche commerciali e al dollaro usa. In buona sostanza siamo al “tutto e subito” e vediamo chi è più forte!
Adesso le banche non avrebbero più alibi, depositare i soldi a zero interessi sarebbe una dichiarazione di guerra alla ripresa, quindi ora in sella e pedalare e senza più alibi.

Draghi shock o show? Chi aiuta e chi “schiaffeggia”

Il Consiglio direttivo odierno della Banca centrale europea (Bce) ha deciso di ridurre tutti i tassi di riferimento. Sono stati tagliati i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali allo 0% dal precedente 0,05%, sulle operazioni di rifinanziamento marginale allo 0,25% dal precedente 0,30% e sui depositi presso la banca centrale allo -0,40 per cento dal precedente -0,30%. 
Ma soprattutto è stato annunciato un ampliamento del quantitative easing, portando gli acquisti mensili di asset a 80 miliardi di euro a partire da aprile. Non solo. La Bce ha anche ampliato il pacchetto di asset nel paniere acquistabile, includendo anche le obbligazioni investment grade denominate in euro emesse da società non bancarie della zona euro. Infine, a sorpresa, l'istituto guidato da Mario Draghi ha messo mano anche alle aste T-LTRO (Targeted long term rifinancing operation), annunciando una nuova serie di quattro operazioni di rifinanziamento a più lungo termine, ciascuna con una durata di quattro anni, a partire da giugno. Per quanto riguarda le condizioni di finanziamento di queste operazioni, il tasso è stato portato allo stesso livello del tasso sui depositi, quindi in territorio negativo.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]