Manson "Antichrist Superstar": brucia la Bibbia a Firenze, ma è satanico non fesso... VIDEO

10 novembre 2015 ore 12:28, Americo Mascarucci
Manson 'Antichrist Superstar': brucia la Bibbia a Firenze, ma è satanico non fesso... VIDEO
Il cantante “maledetto” Marilyn Manson, conosciuto anche come il “reverendo del diavolo” esponente del rock satanico, ne ha combinata un’altra delle sue. 

Durante il concerto a Firenze ha infatti bruciato una Bibbia, e sebbene questo sia per lui un gesto di routine che i suoi fan ormai conoscono a memoria, la cosa ha assunto un significato sinistro alla vigilia della visita di Papa Francesco in città. 

La Bibbia è stata data alle fiamme durante l'esecuzione di "Antichrist Superstar", il brano più celebre e più discusso al tempo stesso, quello in cui il cantante statunitense esalta il suo satanismo. 
Inutile scandalizzarsi, sarebbe troppo scontato, ed in fondo Manson con la sua arte irriverente, dissacrante e blasfema punta proprio a questo. 

Il suo satanismo altro non è che un prodotto commerciale, un marchio di successo che va ben oltre le sue effettive convinzioni; perché poi all’atto pratico tutto è riconducibile ad un bisogno spasmodico di visibilità, l’affermazione di un ruolo, quello appunto di rock star maledetta, che ha saputo costruire su di sé e che purtroppo rappresenta la chiave del suo scandaloso successo. 

Il locale di Firenze in cui si è svolto il concerto era pieno fino all’inverosimile e tutti indistintamente hanno applaudito i suoi inni al demonio e quella Bibbia data alle fiamme con il chiaro intento di indignare quanti in quel testo sacro riconoscono le ragioni fondanti della propria fede. 

Ma Manson è anche un personaggio che ama “vincere facile” e cosa c’è di più facile che bruciare una Bibbia, un crocefisso o dissacrare la religione cristiana? 
Chissà se il cantante questo coraggio lo avrebbe anche nel bruciare una copia del Corano? Non risulta che nella sua lunga carriera Manson lo abbia mai fatto. 

Paura di beccarsi una fatwa? Di subire ritorsioni da parte dei fondamentalisti islamici? 

Certo, offendere i simboli della religione cristiana è estremamente facile e non costa nulla in termini di rischio. Ne sanno qualcosa i vignettisti del giornale satirico francese Charlie Hebdo che dopo aver per anni dissacrato la religione cristiana, si sono visti decimata la redazione in seguito ad una strage compiuta dai fondamentalisti islamici, appena hanno osato offendere con le vignette il profeta Maometto. 

Manson lo sa bene e alla pelle ci tiene. Satanico sì, fesso no! 




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]