Marijuana legale in 8 stati Usa, California capofila: poi eutanasia e preservativi

10 novembre 2016 ore 10:06, Americo Mascarucci
Otto stati Usa hanno detto sì alla depenalizzazione della marijuana, di cui quattro, California, Nevada, Maine e Massachusetts a scopo ricreativo.
In California, lo stato che ha premiato elettoralmente Hillary Clinton con le percentuali più alte, chi ha compiuto 21 anni potrà possedere fino a 28,5 grammi di marijuana (8 grammi se concentrata), e crescere fino a sei piante per uso privato. 
L'uso della marijuana sarà comunque limitato come quello dell'alcool: vietato ai minori di 21 anni, proibito in gran parte degli spazi pubblici e tassato.
 Lo Stato poi concederà licenze per la vendita della droga leggera, applicando un'accisa del 15%.
Considerando che in California si concentra il 12% della popolazione americana, lo Stato è considerato un sensore fondamentale per sondare l'umore nazionale.
Il via libera californiano all’uso ricreativo potrebbe portare le autorità federali a ripensare il divieto imposto a livello nazionale data la dimensione dell’economia dello Stato e l’impatto sull'industria della cannabis.
Marijuana legale in 8 stati Usa, California capofila: poi eutanasia e preservativi
In una recente intervista, il presidente uscente Barack Obama aveva detto che la legalizzazione in California potrebbe rendere insostenibile l’attuale approccio sulla questione. 
Tuttavia l' ingresso di Donald Trump alla Casa Bianca, solleva grande incertezza sul futuro della misura nel corso dei prossimi quattro anni, visto l’approccio fortemente critico sulla questione del neo presidente.

Florida, Arkansas, Montana e North Dakota hanno approvato invece la marijuana a scopo medico. 
Massachusetts e Maine hanno invece depenalizzato la modica quantità che resta reato a livello federale.
Ma non c'è solo la legalizzazione delle cannabis a tenere banco.
In Nebraska gli elettori hanno votato a favore del ripristino della pena capitale dopo che negli ultimi anni era stata sospesa.
L'Oregon ha approvato invece il 'quesito 106', ovvero il referendum sul suicidio assistito. 
Le norme - ispirate da quelle dell'Oregon in vigore da 20 anni e presenti anche in altri Stati - permetteranno ai malati con 6 mesi o meno di aspettativa di vita di porre fine alla vita.
Sempre in California fa discutere la cosiddetta Proposition 60, un progetto di legge volto a imporre sull'intero territorio statale l'uso rigoroso del preservativo, e altre misure protettive, agli attori impegnati sui set dei film pornografici ma ha vinto il no.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]