Morto Wajda: portò Solidarnosc al cinema grazie alla Fallaci

10 ottobre 2016 ore 17:47, Americo Mascarucci
E' morto il grande regista polacco Andrzej Wajda che rappresentò nei suoi film il dramma del Comunismo. 
Aveva 90 anni, si è spento in ospedale a Varsavia dove era stato ricoverato negli ultimi giorni per un'insufficienza polmonare. 
Wajda dall'inizio narrò nei suoi film drammi e tragedie dell'oppressione comunista. Da Cenere e diamanti, a I dannati di Varsavia, per finire con L'uomo di marmo e il seguito L'uomo di ferro con cui narrò la storia tragica degli operai sfruttati dal regime. 
Contribuì poi a far girare Operai 80, straordinario documentario sullo sciopero da cui nacque Solidarnosc. 
Nel 2000 Wajda vinse anche un Oscar alla carriera. 
Il suo ultimo lavoro, Afterimage, dedicato al pittore d'avanguardia Wladyslaw Strzeminski, sarà presentato alla Festa del cinema di Roma, dove era atteso anche lui per un incontro speciale con il pubblico in cui avrebbe raccontato e ripercorso la sua carriera. Il film é anche candidato all'Oscar per la Polonia come miglior film straniero. 

Morto Wajda: portò Solidarnosc al cinema grazie alla Fallaci
Nel 2013, Andrzej Wajda realizzò un film in onore del suo amico e compagno di lotta Lech Walesa, ex leader di Solidarnosc, il movimento sindacale che in Polonia ha aperto la strada alla fine del comunismo. 
Il film che sbarcò pure alla Mostra di Venezia si intitola Walesa. Uomo della speranza.
Nel film è rappresentata anche Oriana Fallaci con riferimento alla storica intervista che la giornalista italiana realizzò nel 1981 e che Walesa (interpretato da Robert Wieckiewicz) rilasciò nella sua abitazione a Danzica. 
La Fallaci nel film fu interpretata da Maria Rosaria Omaggio.
Un'intervista storica che la Fallaci condusse con la sua tipica aggressività ma che alla fine sembrò mettere in luce l'eroe, il patriota, l'uomo del popolo che lottava contro le ingiustizie.
E Oriana alla fine si sa, ai dittatori e ai regimi autoritari sia di destra (vedi i colonnelli greci) che di sinistra (come appunto quello polacco), non faceva alcuno sconto. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]