Petrolio: Putin incontra i sauditi e i mercati sorridono

10 ottobre 2016 ore 16:51, intelligo
di Eleonora Baldo

Prime prove di dialogo tra Arabia Saudita e Russia, dopo il fallimento del meeting di Doha dello scorso aprile, per congelare o quanto meno limitare la produzione di greggio e garantire la stabilità del mercato petrolifero.

Il Ministro per l’Energia saudita, Khalid Al Falih ha espresso un cauto ottimismo in relazione alla buona riuscita dell’incontro con il collega russo, Alexander Novak, in programma nei prossimi giorni ai margini del World Energy Council, in svolgimento ad Istanbul. Dopo un biennio di ribasso costante, con picchi di minima che hanno toccato anche i 30 dollari a barile, il raggiungimento di un accordo con la Russia, potrebbe permettere di risalire la china del mercato attestando la vendita del barile a 60 dollari entro la fine dell'anno. “Stiamo vedendo domanda e offerta convergere, non è impensabile poter vedere il prezzo a 60 dollari” ha dichiarato Al Falih, rivolgendo poi all’Opec un appello affinché stia attenta a “non ripiegare troppo bruscamente, creando uno shock sui mercati” che li possa scaraventare “in un processo che potrebbe rivelarsi dannoso”.

Petrolio: Putin incontra i sauditi e i mercati sorridono
Sul fronte russo si registra - nonostante i dati sulla produzione di greggio (+1,4% rispetto al 2015) dicano il contrario - un atteggiamento maggiormente collaborativo e possibilista in riferimento alla possibilità di poter raggiungere un accordo con gli altri Paesi Opec, come affermato dallo stesso Putin, nel suo intervento al meeting turco. Poco importa se contestualmente il Presidente russo abbia reso noto l’intenzione di portare a termine la costruzione del gasdotto “Turkish Stream” e di espandere il proprio export ai mercati orientali. Le prime dichiarazioni si sono rivelate sufficienti a iniettare fiducia nei mercati petroliferi che dopo mesi di ribassi hanno finalmente sperimentato una fluttuazione in positivo dell'1,6% nel Wti e nel Brent, con prezzi al barile pari , rispettivamente, a 50,62 dollari e 52,75 dollari. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]